Archivi

Neve in Toscana: Matteo Renzi riferisce in Consiglio comunale a Firenze

Firenze – “Mi assumo tutte le responsabilità di ciò che è accaduto a Firenze, perché è un dovere della classe politica, ma ribadisco che Firenze non è stata la capitale del disastro. Non si è dormito in auto per 16 ore, non c’è stata la necessità di trovare rifugi di fortuna. Queste sono responsabilità di altri”.

Queste le parole del sindaco di Firenze, Matteo Renzi, che ha riferito oggi in Consiglio comunale in merito ai pesantissimi disagi di venerdì 17 dicembre nel capoluogo toscano a causa della neve.

“E’ stato un evento eccezionale, sia per la quantità di neve caduta nello stesso momento, 25 cm, sia per la chiusura in contemporanea di autostrade, Fi-Pi-Li, stazione ferroviaria e aeroporto”.

“Noi – ha aggiunto Renzi – siamo la parte lesa di queste chiusure. Certo il Comune non solo poteva, ma doveva fare di più: prima, durante e dopo. Anche se le previsioni in nostro possesso parlavano di 5 cm di neve al massimo”.

“L’emergenza neve – ha continuato il sindaco – non può più far capo a Quadrifoglio: per questo entro gennaio ci sarà una riorganizzazione di Firenze parcheggi, Mercafir, Quadrifoglio, Silfi, Ataf e Linea”.

“La vicenda – ha concluso – si chiude con una sconfitta del sindaco, sarà nostro compito recuperare la fiducia dei cittadini. Intanto chi ha ricevuto danni sarà risarcito”.

Intanto il Comitato Direttivo della CGIL di Firenze che si è riunito oggi ha approvato un ordine del giorno sulle vicende della forte nevicata di venerdì 17. “Se i responsabili di ANAS, Autostrade e Ferrovie hanno “strangolato” Firenze – si legge – ci domandiamo dove erano i responsabili di ATAF, Quadrifoglio e GEST (Tramvia). Lo stesso valga per gli organi istituzionali: Prefettura, Comuni, Provincia e Regione”.

Il documento termina con un forte richiamo al senso civico e con un invito a “lavoratori e pensionati affinché si rivolgano alle organizzazioni dei consumatori per rivendicare le proprie ragioni”.

Ti piace questo sito? Vorresti contenuti personalizzati anche per il tuo?
Allora vai su cosa facciamo o contattaci su O3 Web Agency
Posted by on 20 Dicembre 2010. Filed under In primo piano,Politica. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.