Archivi

Turismo: Calano le presenze a Firenze nel 2009

Firenze – Un 2009 da dimenticare per il turismo della provincia di Firenze, con un calo degli arrivi che si attesta a – 4,8%, e un – 5,3% per le presenze. I dati, elaborati dal Centro Studi Turistici, sono stati resi noti oggi dall’assessore al turismo della Provincia di Firenze, Giacomo Billi.

In particolare il calo maggiore è stato registrato nei mesi di marzo, maggio giugno e luglio; positivi invece i mesi di agosto, settembre e soprattutto dicembre dove si è toccato un +6,2%. “Un segnale che fa intravedere una possibile uscita dalla crisi, anche sulla base delle previsioni dell’Organizzazione Mondiale del Turismo” ha commentato Billi.

Calano le presenze per il settore alberghiero, che segna un -3,7%, e per l’extralberghiero (-8,2%) anche se sembrano tenere gli agriturismo. Se gli italiani segnano un +1,9% nelle presenze, chi determina fortemente l’andamento negativo del 2009 sono gli stranieri, diminuiti dell’8,3%: in forte flessione gli Usa (-16%), Olanda (-18%), Regno Unito (-19%), Spagna (-16%), Canada (-11%) e Australia (-16%), mentre aumentano le presenze dalla Cina (+29%), Svizzera (+7%) e Francia (+2%).

Per cercare di favorire la ripresa del turismo a Firenze, l’assessore Billi ha sottolineato la necessità di adottare un vero Piano Strategico di sviluppo turistico, che oltre a fissare le linee guida per la promozione del turismo nei prossimi anni, aiuti ad analizzare anche l’offerta, identificando le varie tipologie di prodotti tematici e territoriali esistenti o potenziali. In questa direzione va il Piano Triennale di Sviluppo Turistico 2010/2012 che sarà discusso il prossimo 8 febbraio in Consiglio provinciale. Il piano, ha spiegato Billi, si basa su una concertazione continua fra pubblico e privato, fra istituzioni e territorio, per decidere le iniziative da intraprendere e cogliere così al meglio le opportunità offerte dal mercato turistico.

Ti piace questo sito? Vorresti contenuti personalizzati anche per il tuo?
Allora vai su cosa facciamo o contattaci su O3 Web Agency
Posted by on 1 Febbraio 2010. Filed under Cronaca. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.