Archivi

Interprise: a Firenze un aiuto per l’imprenditoria multietnica

Firenze – Si intitola Interprise: Business speaks your language l’innovativo progetto ideato dalla Provincia di Firenze e dall’Arci Firenze, cofinanziata dal Fondo FEI e dal Ministero degli Interni, per una quota di 100mila euro, per facilitare l’imprenditoria multietnica.

Il progetto mette a disposizione degli imprenditori e aspiranti imprenditori stranieri residenti nel territorio della provincia di Firenze venti mediatori linguistico-culturali per albanese, arabo, cinese, francese, inglese e spagnolo.

Il loro supporto sarà impiegato per sbrigare le pratiche e l’iter burocratico previsto per l’avviamento e lo start up di aziende ed imprese. Un servizio gratuito e concreto per favorire l’integrazione dei nuovi cittadini del territorio fiorentino nel tessuto economico e sociale.

Anche in Toscana infatti negli ultimi anni si è registrato un aumento significativo di aziende guidate da cittadini stranieri. Secondo i più recenti studi sono addirittura quadruplicate in un decennio, arrivando ad essere, in tutta la Regione, oltre 32mila (dati riferiti al 2008).

Secondo i dati elaborati dalla Camera di Commercio di Firenze sul numero di imprese presenti sul territorio provinciale, l’imprenditoria extracomunitaria è in costante aumento dal 2007. In particolare, la quota percentuale delle aziende intestate a cittadini non comunitari è aumentata di oltre 1500 attività, passando da 10.227 nel 2007 a 11.875 nel 2010 (aumento percentuale dal 6,6% al 7,6).

Il progetto è stato presentato dall’Assessore provinciale a Sviluppo e Programmazione Giacomo Billi e da Laura Grazzini, Responsabile Politiche per l’Immigrazione Arci Firenze.

Il gruppo individuato, appositamente formato con le competenze specifiche richieste, presterà servizio di supporto agli Sportelli Unici per le Attività Produttive presenti sul territorio della Provincia di Firenze e fornirà servizio di mediazione anche ad altri enti e strutture presenti sul territorio che manifestino l’esigenza di impiegare figure professionali di questo tipo, come i Centri per l’Impiego, le Camere di Commercio e le associazioni di categoria.

Ti piace questo sito? Vorresti contenuti personalizzati anche per il tuo?
Allora vai su cosa facciamo o contattaci su O3 Web Agency
Posted by on 3 Dicembre 2010. Filed under Cronaca. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.