Archivi

Incidenti stradali a Firenze: vittime soprattutto giovani sotto l’effetto di alcool o droghe

Firenze – Sono i giovani tra i 18 e i 35 anni i più coinvolti in incidenti stradali nella Provincia di Firenze; inoltre circa il 18% di tutti gli incidenti è legato all’abuso di alcol e droghe, una causa che aumenta nel fine settimana. E’ quanto emerge dallo studio “Incidenti stradali, alcool e giovani” condotto su 1250 soggetti rimasti feriti in incidenti stradali e ricoverati nei Dea fiorentini tra il 2003 e il 2007.

Lo studio promosso dalla Provincia di Firenze con la partecipazione dell’Azienda Sanitaria di Firenze, l’Azienda Ospedaliera di Careggi, Ina Vita-Assitalia e Aci, si è basato non solo sulle interviste alle persone rimaste coinvolte ma ha analizzato anche gli esami su urine e sangue

Dai dati emergerebbe come gli incidenti avvengano principalmente nelle strade cittadine (80%), e meno frequentemente nelle strade provinciali (9%) e sulle autostrade (5%). La diagnosi più comune è “lesione e contusione” (43%), seguita dal colpo di frusta (18), trauma cranico (12), e trauma toracico (8). Il 9% dei soggetti è risultato positivo per alcool e/o droghe mentre il 7% era positivo solo per l’alcool.

Le fasce di età tra 18-25 anni e tra 26-35 anni hanno registrato il numero più alto tra gli ammessi al Dea; quelli tra i 36 e 55 anni hanno invece la più alta percentuale per alcool (8%) e alcool e/o droghe (10%) rispetto alle altre classi di età.

Tra i pazienti coinvolti in incidenti tra le ore 24 di venerdì e le 8 del lunedì, è risultato positivo all’alcool il 15% e positivo per alcool e/o droghe il 17%. Negli altri giorni della settimana le percentuali scendono rispettivamente al 4 e al 6%

Una curiosità: ciclisti e pedoni risultano positivi ad alcol e/o droghe nella percentuale del 8%, mentre guidatori e passeggeri di auto, motocicli e motorini hanno una maggiore positività (9% circa).

“Gli incidenti stradali nell’area metropolitana fiorentina causati da alcool o droghe si concentrano soprattutto nel week-end e chi fa uso di queste sostanze riporta le ferite più gravi – ha commentato Antonella Coniglio, assessore alle Politiche Sociali e Sicurezza della Provincia di Firenze – anche alla luce dei risultati di questa ricerca intendo promuovere delle azioni sul territorio provinciale, e in sinergia con le altre province toscane, per valutare l’efficacia che hanno avuto le politiche di informazione e sensibilizzazione realizzate finora”.

Ti piace questo sito? Vorresti contenuti personalizzati anche per il tuo?
Allora vai su cosa facciamo o contattaci su O3 Web Agency
Posted by on 22 Novembre 2010. Filed under Cronaca,In primo piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.