Informativa sull'uso dei cookie

Archivi

Mercato web 2.0 per prodotti “made in Prato”

Prato – Il padre nobile dei “mercanti”, il pratese Marco Datini, l’inventore delle cambiali se fosse vissuto in questo secolo avrebbe fatto i suoi affari sul web.

Ne sono convinti Francesco e Serena che seguendo il mito di Datini hanno creato “Il mercante di Prato”.

Si tratta di un’esperienza di e-commerce rigorosamente local e ovviamente tutta made in Prato. “Il Mercante di Prato” è una vetrina 2.0 per artigiani e commercianti, un luogo virtuale dove si potrà comprare di tutto come accade nei migliori mercati.

Su www.ilmercantediprato.com i prodotti sono divisi per categorie dall’abbigliamento, all’oggettistica per la casa alle idee regalo ed è presente persino una sezione dedicata al Feng Shui, con gioielli zhen e buddha di vario genere e costo.

Ne abbiamo parlato con gli ideatori Francesco e Serena, una coppia di giovani pratesi trentenni, con la voglia di approfittare dei vantaggi del mondo 2.0.

Il vostro mito è un genio del commercio del 1400 Marco Datini e intorno al suo nome è nato il Mercante di Prato perché?

Una sera eravamo a cena con i nostri zii e gli parlavamo di questa nostra idea di voler aiutare i commercianti a liberare i propri magazzini e dare anche delle opportunità agli artigiani pratesi. Così lo zio ha subito tirato fuori il nome che racchiudeva la storia di Prato e l’idea di vendita: il mercante di Prato, appunto.

Come funziona il Mercante di Prato?

E’ semplice: se vuoi comprare qualcosa, basta andare su www.ilmercantediprato.com, scegliere il prodotto ed acquistarlo. Se vuoi vendere qualcosa, ci contatti e vediamo in che modo inserirti nel nostro progetto.In primavera lanceremo anche i servizi del Mercante, un mondo in cui chiunque abbia delle capacità e un po’ di professionalità potrà offrire il suo “servizio” a chi lo richiede. Se siete quindi giovani che vogliono farsi pubblicità, oppure tuttofare, babysitter ecc, contattateci ed entrerete a far parte del nostro mondo!Per noi è fondamentale rivolgerci ai giovani, perché lo siamo anche noi e chi ci ha aiutato a far questo sito. Prato può e deve contare sui giovani!

Quanti commercianti hanno aderito all’iniziativa e la tipologia di prodotti presente adesso  nel vostro mercato?

I commercianti sono una decina in tutto, stiamo partendo con calma, ma contiamo di arrivare ad un numero maggiore già entro la primavera.Vendiamo di tutto, dai pantaloni nuovissimi alle borse di marca usate, passando per i giubbotti per i motociclisti e le fontanelle zhen.

Incuriosisce lo spazio dedicato al Feng Shui…

Abbiamo amici cinesi con i quali condiviamo tanti interessi. Sono riusciti a farci appassionare alla loro cultura e alla loro filosofia di vita, tanto da convincerci a far entrare un po’ del loro mondonelle case degli italiani. Buddha e l’incenso, le pietre e gli olii essenziali fanno parte di un mondoche, se conosciuto, ti lascia senza parole per la profondità trasmessa.

Nella vetrina del “Mercante di Prato” possono finire anche gli oggetti di casa che non usiamo più che intasano cantine e soffitte. Come funziona questo servizio?

Se vuoi vendere ci contatti o per mail (info@ilmercantediprato.com) oppure telefonicamente (3779705001) e ci dici cosa vuoi vendere, se sei un artigiano o un negozio, se vuoi semplicemente liberare il tuo garage oppure vuoi offrire le tue competenze.ci contatti, veniamo a vedere la roba, valutiamo e poi ne parliamo.

Una categoria del sito Datini “parla” alla rete? A chi è venuta in mente quest’idea e come pensate di svilupparla?

L’idea è nata sempre a cena con gli zii. La nostra cugina è una laureata in scienze della comunicazione e, parlando del progetto si è chiesta: “ma cosa farebbe il Mercante se tornasse a Prato adesso? E come parlerebbe? Saprebbe usare internet o sarebbe negato?” Lei, che è 2.0 in tutto quello che fa, non poteva che immaginarsi il Mercante alle prese con Facebook e Twitter e, detto sinceramente, ogni volta che tira fuori una storiella ci sbellichiamo dal ridere, perché è davvero divertente immaginarsi una celebrità del 1400 alle prese coi social network.

Insomma, vogliamo anche ridere un po’ in un momento in cui già sorridere diventa difficile per tutti. Se riusciamo a regalare qualche minuto di divertimento, beh, siamo già contenti!

Un motivo per venire a visitare il Mercante di Prato?

Prima di tutto perché è un sito fatto dai pratesi, per i pratesi. Poi perché non esiste qualcosa del genere sulla scena pratese. Riteniamo che il Mercante di Prato sia la vera svolta commerciale in un momento in cui bisogna scegliere come e dove investire i propri soldi, pensando sempre al risparmio.

E poi.. ci son le avventure del Datini nel 2013 da seguire!

Ti piace questo sito? Vorresti contenuti personalizzati anche per il tuo?
Allora vai su cosa facciamo o contattaci su O3 Web Agency
Posted by on 4 Febbraio 2013. Filed under O3 Web Notizie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.