Archivi

Itinerari turistici digitali per promuovere la cultura ebraica

Firenze – Itinerari turistici digitali per promuovere la cultura ebraica non solo in Toscana ma in tutta Europa, grazie alle più moderne tecnologie: è l’ambizioso progetto a cui sta lavorando la Comunità Ebraica di Firenze in collaborazione con la società Frankenstein.

“L’idea è nata per caso lo scorso anno mentre stavamo realizzando le riprese in 3D di alcuni monumenti ebraici per la comunità di Firenze – ci spiega Giuseppe Burschtein, presidente di Frankenstein, società che si occupa di realizzare contenuti per internet, e lui stesso appartenente alla comunità ebraica fiorentina – Il patrimonio della cultura ebraica è immenso ma troppo spesso è prerogativa solo dei membri della comunità mentre è giusto che tutti possano conoscerlo e fruirne; così abbiamo pensato di ideare un progetto per la sua promozione sfruttando proprio le più moderne tecnologie”.

La Frankenstein ha già creato per la Comunità Ebraica di Firenze, il sito “Firenze Ebraica”, che consente di conoscere tutto quello che riguarda cultura e tradizione ebraica a Firenze, oltre ad avere effettuato un video in 3D che mostra i principali monumenti di Firenze, Siena e Monte San Savino, e presto completerà l’opera con quelli delle comunità di Pisa e Livorno.

Ma il nuovo progetto vuole essere molto di più: al passo infatti con l’evoluzione tecnologica, l’idea è quella di dare al turista interessato la possibilità di sapere tutto quello che c’è da conoscere sul patrimonio ebraico nel momento stesso in cui ci si trova ad ammirarlo.

Il progetto infatti dovrebbe svilupparsi in 3 tappe: 1. Censimento e geolocalizzazione su Google dei principali monumenti ebraici; 2. realizzazione di video in HD e 3D di tutti i beni censiti; 3. Creazione di un sistema di augmented reality che consenta di ottenere, tramite smarthphone o tablet, tutte le informazioni su quel dato monumento nel momento stesso in cui lo stiamo ammirando.

Questo consentirà di creare dei veri e propri itinerari turistici per far scoprire non solo il patrimonio culturale ebraico ma anche le tradizioni e usanze di questo popolo.

“Oggi giorno il turismo si sta evolvendo sempre più – prosegue Burschtein – Non ci si accontenta del semplice viaggio si vuole vivere un’esperienza: si può dire che i turisti hanno lasciato il posto ai viaggiatori e noi vogliamo assecondare questa nuova esigenza”.

Un progetto a cui sembra interessata anche l’Unione Europea: al momento infatti sono in corso trattative per ottenere finanziamenti non solo con alcune fondazioni private ma anche con la stessa UE.

Se le trattative andranno in porto, secondo Burschtein i tempi di realizzazione dovrebbero essere di 6 mesi per creare l’itinerario del patrimonio toscano, 12 per quello italiano e 24 mesi per quello europeo.

“Il nostro obietttivo principale è creare un itinerario della cultura ebraica a livello europeo ma dipenderà dai finanziamenti che riusciremo a mettere insieme – conclude Burschtein – Quel che è certo è che, se non dovessimo trovare i fondi per completare l’intero progetto, faremo sicuramente la parte toscana: è un impegno a cui teniamo troppo”.

Intanto la Comunità Ebraica prosegue nel cammino della divulgazione online delle proprie tradizioni: al momento sono in fase di realizzazione una serie di 12 video che serviranno a spiegare in maniera divulgativa gli aspetti principali di usi e costumi ebraici. Il primo sarà presentato il prossimo 2 settembre in occasione della Giornata Europea della Cultura ebraica che quest’anno è dedicata al tema dell’umorismo.

Ti piace questo sito? Vorresti contenuti personalizzati anche per il tuo?
Allora vai su cosa facciamo o contattaci su O3 Web Agency
Posted by on 14 Agosto 2012. Filed under O3 Web Notizie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.