Archivi

Sicurezza negli stadi: se ne parla in un convegno a Coverciano

Firenze – Sarà la sicurezza degli impianti sportivi, sia fuori che dentro le strutture destinate ad ospitare eventi di sport, il tema centrale del convegno organizzato dalla Scuola dello sport del Coni Toscana in collaborazione la Lega Dilettanti del Comitato Regionale Toscana della FIGC e la Questura di Firenze per sabato 5 giugno, presso l’Aula Magna del Centro Tecnico F.I.G.C. di Coverciano a Firenze.

Il seminario dal titolo “Sicurezza e rischio di un impianto sportivo”, sarà coordinato dal giornalista Massimo Sandrelli e che vedrà alternarsi le voci di molti esperti del settore.

“Credo che sia importante stabilire un dialogo sempre più attento e condiviso su tematiche come quella della sicurezza degli impianti sportivi – ha sottolineato il presidente del Coni Toscana Paolo Ignesti – come credo che sia altrettanto importante rendere sempre più solida ed efficace la rete dei soggetti che, per vario titolo e competenza, si occupano di garantire la piena fruibilità in sicurezza delle strutture adibite a manifestazioni sportive. Firenze, in questo senso, è un esempio di come si può portare avanti un lavoro comune ed ottenere risultati apprezzati da tutti. Grazie all’impegno in particolar modo del Questore Tagliente per i nuovi modelli di sicurezza sperimentati allo Stadio Artemio Franchi, possiamo dire che la Toscana è divenuta modello a livello nazionale”.

E proprio il Questore di Firenze si è soffermato sull’importanza della politica del partenariato applicata anche al contesto calcistico. “Il percorso comune intrapreso con chi vive ogni settimana lo stadio – ha ribadito Francesco Tagliente – offre oggi agli spettatori la possibilità di assistere allo spettacolo nello spettacolo, con sempre più bambini che giocano a calcio nei vari settori mentre i genitori assistono alla partita dagli spalti. Il percorso di educazione alla legalità intrapreso anche in ambito sportivo, deve contribuire a far emergere esempi positivi in una città in cui in passato, in alcuni contesti, si è assistito alla strumentalizzazione di momenti legati alla cultura ed alla tradizione storica del capoluogo toscano per esaltare esempi negativi, che rischiano, se non controllati e gestiti con estrema fermezza, di provocare un effetto emulativo”.

Nel corso dell’iniziativa, alla quale interverrà anche il presidente di FIGC Toscana Fabio Bresci, si alterneranno gli interventi del sociologo Pippo Russo, che analizzerà gli aspetti relativi alla mediazione sociale per la prevenzione della violenza, e di Antonio Lucantoni, Componente dell’Osservatorio nazionale delle manifestazioni sportive che tratterà invece il tema dei piani di sicurezza di un impianto sportivo. Saranno infine presenti anche l’avvocato Federico Bagattini, che discuterà del confronto tra ordinamento sportivo e ordinario e il Fiduciario impianti sportivi del Comitato Regionale Toscana F.I.G.C. L.N.D. Umberto Cungi che incentrerà invece il suo intervento sulle norme per l’impiantistica sui campi di calcio.

Ti piace questo sito? Vorresti contenuti personalizzati anche per il tuo?
Allora vai su cosa facciamo o contattaci su O3 Web Agency
Posted by on 3 Giugno 2010. Filed under Sport. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.