Archivi

In Toscana nasce la Carta Etica dello Sport

Firenze – Nel giorno degli arresti per la nuova inchiesta sul Calcio Scommesse, la Regione Toscana lancia la “Carta etica dello sport”: si tratta di 15 articoli che affermano il diritto allo sport per stare bene e definiscono la pratica sportiva una “componente essenziale nel processo educativo”, basata sul fair play sia a livello dilettantistico che professionistico.

Presentata nell’ambito del convegno Etica e sport, organizzato dalla Regione Toscana in collaborazione con il Museo del calcio di Coverciano, la Carta ribadisce l’importanza dello sport come pratica comune di socializzazione, soprattutto per i più giovani e mette al bando qualsiasi tipo di doping.

“La Regione Toscana s’impegna a svolgere un’opera di sensibilizzazione alla responsabilità che compete a ciascuno dei soggetti pubblici coinvolti nella organizzazione dello sport e nella sua pratica, dalle società sportive al mondo della scuola e dell’università, dalla sanità ai media” ha commentato l’assessore allo Sport Salvatore Allocca.

La Regione starebbe infatti studiando un sistema di certificazione e di riconoscimento per le società sportive che sottoscriveranno la Carta e che diano prova di essersi impegnate per la diffusione di una corretta e leale pratica sportiva, e per la creazione di opportunità sportive per i disabili.

La Regione auspica anche azioni come l’apertura gratuita degli impianti alla cittadinanza in spazi orari ad hoc, la realizzazione di politiche di sostegno alla pratica sportiva nella scuola e il rispetto del codice etico da parte di tecnici e operatori.

“In questa ottica stiamo valutando l’istituzione di una cerimonia per premiare le organizzazioni sportive meritevoli, operanti sul territorio regionale” ha concluso Allocca.

Ti piace questo sito? Vorresti contenuti personalizzati anche per il tuo?
Allora vai su cosa facciamo o contattaci su O3 Web Agency
Posted by on 1 Giugno 2011. Filed under Sport. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.