Archivi

Una giornata al mare al Golfo di Baratti

Livorno – Ormai l’estate è vicina; il bel tempo è finalmente arrivato anche in Toscana e, a parte qualche giornata capricciosa, il fine settimana lo si può trascorrere al mare.

Nella nostra regione la costa non è lontana dalle città dell’interno e con due giorni liberi, il sabato e la domenica – per qualche località è sufficiente un giorno –  ci si può concedere un assaggio di mare in vista delle vacanze vere e proprie.

Per chi si trova a passare per la Toscana consigliamo, comunque, dopo aver fatto tappa nelle città d’arte, di rilassarsi un giornata sotto il sole in una delle nostre località di mare.

Una di queste è il golfo di Baratti.  Situato tra Piombino (a circa 10 chilometri) e San Vincenzo, Baratti è conosciuta per la sua grande necropoli etrusca: Baratti è stata infatti, l’unica città sul mare costruita dagli Etruschi, approdo naturale per le navi che arrivavano dall’Isola d’Elba cariche di ferro.

La visita alla necropoli, richiede una giornata ad hoc e vi consigliamo di farla in primavera: la zona è completamente assolata e sotto il sole cocente la passeggiata tra le tombe etrusche non è il massimo.

Noi vogliamo consigliarvi una giornata a Baratti per godere “solo” del mare, della spiaggia e la pineta.

La spiaggia è libera e si trova a destra della strada. Esistono numerosi parcheggi dove lasciare l’auto in sicurezza; sono tutti a pagamento ma le cifre sono modiche. La sabbia è fine e scura ma brilla al sole grazie alle micro pagliuzze lasciate dai residui di ferrosi.

Essendo un golfo anche nelle giornate più ventose qui il mare è calmo e i venti leggeri. Per chi non fosse amante del sole nelle ore più calde della giornata, può spostarsi nella bellissima pineta, recentemente ripulita e con tutti i servizi essenziali, che si trova a due passi dalla spiaggia. Una pineta ombrosa con pini marittimi e domestici e gli arbusti tipici della macchia mediterranea.

Per gli amanti del buon cibo a Baratti ci sono noti ristoranti dove mangiare pesce del posto e assaggiare il cacciucco, la tipica zuppa di pesce livornese;  da qualche hanno si trovano, tra la pineta e la spiaggia, anche degli attrezzati punti di ristoro, non invasivi e rispettosi dell’ambiente circostante che offrono prodotti tipici e un anche un buon calice di vino che potrete gustarvi, solleticati dalla brezza e ascoltando il rumore del mare.

Come arrivare:

Da Firenze prendete la Fi-Pi-Li e uscite a San Vincenzo nord, dopo aver attraversato tutto il paese di San Vincenzo si prosegue per altri 12 km lungo una strada che per lunghi tratti attraversa una bella pineta, pochi km dopo aver raggiunto la Torraccia si gira a destra direzione Baratti-Populonia, ancora 2 km e si raggiunge il piccolo porticciolo di Baratti.

Guarda la galleria fotografica:

Ti piace questo sito? Vorresti contenuti personalizzati anche per il tuo?
Allora vai su cosa facciamo o contattaci su O3 Web Agency
Posted by on 20 Maggio 2011. Filed under Scopri la Toscana. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.