Informativa sull'uso dei cookie

Itinerari d’inverno in Toscana: San Gimignano e Volterra

Siena/Pisa – Ci sono sensazioni che solo certi periodi dell’anno, come l’inverno, sanno regalare a chi ama viaggiare, quando il flusso normale di turismo si smorza ed è quindi possibile godersi con maggior calma monumenti e paesaggi.

E se è vero che molte delle “attrazioni” (musei o aree archeologiche) sono chiuse in questo periodo, o con orari ridotti, è vero anche che il bello di vivere in Toscana è dato dal fatto di poter godere solo nel passeggiare tra le vie dei suoi borghi, dove ogni singolo mattone parla di storia.

Se siete quindi alla ricerca di un itinerario breve in Toscana, magari da fare in una giornata (sabato o domenica), in inverno, una soluzione potrebbe essere quella di recarvi a San Gimignano e Volterra.

Nonostante si trovino in due province diverse, Siena e Pisa, le due cittadine infatti distano l’una dall’altra soltanto una mezz’oretta di macchina.

Ho percorso questo itinerario, alcuni giorni fa, da mattina a sera, per sperimentarne la fattibilità.

San Gimignano – San Gimignano è raggiungibile da Firenze in circa 40 minuti di auto, grazie alla superstrada Firenze-Siena. Una volta giunti potete lasciare l’auto o nei parcheggi a pagamento accanto alle mura, o tentare la sorte nelle stradine che si trovano prima della piazza principale.

Potete quindi dedicare la mattinata a visitare il borgo, magari seguendo l’itinerario pubblicato tempo fa in questo nostro post: San Gimignano, la città della Torri

Attenzione però agli orari invernali: se infatti il Palazzo Comunale con la Torre Grossa è visitabile tutti i giorni anche in inverno, il Museo della Tortura è aperto solo nel weekend e il Museo della Vernaccia riaprirà solo a metà marzo. Se amate i giardini, non perdetevi il Parco della Rocca di Montestaffoli (sempre aperto), nella parte alta della città: da qui è possibile scattare bellissime foto.

Le chiusure invernali possono essere un problema anche e soprattutto se si vuole mangiare un boccone a San Gimignano: almeno fino a metà marzo la maggior parte dei ristoranti sono chiusi.

Fa eccezione il ristorante Chribiri, intimo e simpatico locale, che abbiamo scoperto grazie alle recensioni di Tripadvisor e che si trova vicino alla porta d’ingresso della città: il proprietario infatti ci ha assicurato che il locale è sempre aperto, dalla mattina sino alle 23. Dopo averlo provato a pranzo, ve lo consiglio: ottima cucina, buon vino e prezzi modici. (Curiosità: il nome del ristorante deriva da un tipo di coperchio per orci)

Una volta finito di pranzare, siete pronti per partire in direzione Volterra: la strada che collega i due borghi si snoda tra le colline della Toscana e regala fantastici paesaggi.

Volterra – L’antica Velathri degli Etruschi è arroccata a cavallo tra la Val di Cecina e la Val d’Era: già solo raggiungere il centro storico vuol dire fare un tuffo nella storia. Ci sono diversi parcheggi a pagamento lungo le mura, se non volete impazzire a cercare posto per l’auto.

In una prima visita di mezza giornata è praticamente impossibile vedere tutto: il consiglio è di approfittare delll’Infopoint, che si trova accanto alla Piazza dei Priori per prendere una cartina della città, con i punti più interessanti da vedere.

Oltre alla Piazza dei Priori, con il Palazzo, che oggi ospita il municipio, e il piccolo vicolo Mazzoni (resi famoso anche dalla saga di Twilight), è possibile ammirare il Duomo, che si trova lì accanto, per poi salire al parco Archeologico di Fiumi, dove si trovano gli scavi dell’acropoli etrusca (visitabile però solo nei weekend).

Da qui costeggiando il carcere della Fortezza (famoso per la compagnia teatrale) si arriva al Museo Archeologico Guarnacci per poi scendere verso Piazza S. Michele. Da via Lungo le Mura è possibile invece ammirare i resti del bellissimo Teatro Romano (anch’esso visitabile solo nei weekend) per poi risalire alla piazza dei Priori.

Ultima tappa, soprattutto se siete appassionati di archeologia, è la Porta all’Arco: si tratta diuna delle poche porte di origine etrusca ancora in piedi, che forse ricorderete dai libri di scuola per la struttura architettonica dell’arco, dove si nota chiaramente la chiave dell’arco e i due piani d’imposta.

A questo punto è probabile che il sole stia già calando: se il meteo lo consente, il consiglio finale è di fare un salto alle Balze. E’ una zona caratterizzata da terreno di argilla e tufo e quindi molto friabile: il risultato di frane e smottamenti, sono pareti scoscese e dirupi, con una vista mozzafiato sulla Val di Cecina.

E’ stato realizzato anche un percorso per avventurarsi tra le balze ma il periodo migliore per seguirlo non certo l’inverno, a causa del terreno fangoso e scivoloso.

Come tour di una giornata può bastare, potete rientrare piano piano verso Firenze: e se la giornata vi ha messo appetito e volete fermarvi sulla via del ritorno per mangiare un boccone, vi consiglio la Trattoria La Sosta di Pio VII a Barberino Val d’Elsa.

Condividi il post

Google1
Ti piace questo sito? Vorresti contenuti personalizzati anche per il tuo?
Allora vai su cosa facciamo o contattaci su O3 Web Agency
Posted by on 9 marzo 2013. Filed under Scopri la Toscana. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

2 Responses to Itinerari d’inverno in Toscana: San Gimignano e Volterra

  1. Domenico Di Leo

    8 ottobre 2017 at 18:16

    Salve,
    vorrei viaggiare tra fine Dicembre e inizio Gennaio nel Sud della Toscana. Il mio itinerario prevede, fra l’altro, Siena e San Gimignano.
    Mi domandavo se “generalmente” nevica in quelle zone.
    A giudicare dalle foto, nevica.
    Saluti,
    Domenico

  2. Ylenia Caioli

    8 ottobre 2017 at 18:35

    Salve Domenico,
    la tua è una bella domanda ma la risposta non è così scontata.
    Generalmente a gennaio è possibile che nevichi a Volterra mentre è più difficile a San Gimignano.
    E’ vero però che con i cambiamenti climatici degli ultimi anni le stagioni sono state totalmente stravolte.
    Gli ultimi inverni sono stati più “caldi del normale…questo però non significa che possa continuare così.
    Secondo me non dovresti avere problemi con la neve a Siena e San Gimignano
    ma per sicurezza potresti provare a contattare la Pro Loco di San Gimignano (trovi il sito online)
    o direttamente Terre di Siena che gestisce l’accoglienza turistica in questa parte di Toscana 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.