Archivi

Ginecologia: nuovo test HPV a Firenze, Grosseto e Viareggio

tessuto cellulare_wikipediaFirenze – Si chiama test HPV (Human Papillomavirus) ed è l’esame che sta sostituendo il Pap test come screening di controllo nelle donne over 33 anni in Toscana per la prevenzione del tumore all’utero.

La nostra regione infatti ha varato nel 2012 un provvedimento che prevede la sostituzione del classico pap test con il nuovo HPVper tutte le donne di età compresa tra 34 e 64 anni. Si tratta di un cambiamento che, secondo quanto riferito dalla Regione, pone la Toscana all’avanguardia in Italia e in Europa.

Il programma viene implementato a partire dalle classi di età più anziane (55-64), per passare poi alla fascia 45-64 e infine alla fascia completa 34-64, in un arco di tempo di tre anni.

La Asl 10 di Firenze è stata la prima ad adottare il nuovo test, mentre nel corso del 2013 si sono aggiunte anche Grosseto e Viareggio; entro fine anno il servizio partirà anche ad Empoli.

L’entrata a regime del test in tutta la Toscana avverrà nell’arco di 4 anni.

La decisione di sostituire il Pap test sarebbe stata presa in base alla pubblicazione del report italiano di Health Tecnology Assesment (Hta-Hpv) sull’utilizzo del test Hpv nello screening del cervico-carcinoma: secondo quanto reso noto, il test HPV sarebbe più efficace perchè più sensibile all’individuazione di lesioni che potrebbero essere provocate da papilloma virus e che rischiano di evolvere in tumore del collo dell’utero; inoltre consentirebbe un periodo di intervallo più lungo tra un controllo e l’altro, ovvero di 5 anni.

Insomma secondo quanto riferito da Ispo, Istituto Sanitario Previdenza Oncologica, il test HPV fornisce une protezione maggiore del 60-70% rispetto al tradizionale pap-test.

In caso di risultato positivo, il pap test serve invece come esame di completamento, che permette di ricavare notizie utili per i successivi controlli.

Se anche il pap test dovesse essere positivo, le donne interessate vengono invitate a effettuare una colposcopia.

medici_dottoriIn pratica, quindi, la nuova disposizione adottata dalla Toscana prevede una distinzione di tipi di test per fasce di età:

– donne tra 25 e 34 anni continueranno ad effettuare il pap test triennale

– donne tra 34 e 64 anni saranno sottoposte all’HPV ogni cinque anni; solo in caso di risultato positivo verrà effettuato anche un pap test.

La scelta di effettuare il test HPV solo dai 34 anni in avanti sarebbe legata al fatto che nelle donne più giovani le infezioni da papilloma virus sono più frequenti ma raramente degenerano in tumore dell’utero, a differenza di un’eta più matura.

Per quanto riguarda le modalità di svolgimento dell’esame medico non cambia nulla o quasi: il test HPV consiste sempre in un prelievo di cellule dal collo dell’utero; l’esame dura pochi minuti, è indolore e gratuito.

Il cambiamento più evidente è che in presenza di test negativo, l’esame viene ripetuto non dopo 3, ma dopo 5 anni.

Ad eseguire gli esami, gratuiti, è l’Ispo, che invia le richieste ai singoli soggetti attraverso la propria Asl di riferimento, come già avveniva per il pap test: ad oggi in Toscana sono state inviatate ad eseguire il test HPV circa 15.000 donne nella fascia di età 55-64 anni.

Ti piace questo sito? Vorresti contenuti personalizzati anche per il tuo?
Allora vai su cosa facciamo o contattaci su O3 Web Agency
Posted by on 5 Dicembre 2013. Filed under In primo piano,Salute. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.