Informativa sull'uso dei cookie

Al Meyer di Firenze apre lo Sportello Gaia per bambini maltrattati

meyer

Firenze –  Per prevenire maltrattamenti e abusi sui bambini, nasce all’ospedale pediatrico Meyer di Firenze, lo Sportello Gaia.

Lo sportello aprirà martedì, nell’area attigua al pronto soccorso dell’ospedale pediatrico. Ogni martedì, dalle 15 alle 18, un’equipe di specialisti (pediatri, psicologi, neuropsichiatri infantili, infermieri e assistenti sociali) sarà a disposizione per fornire un supporto a chiunque ne faccia richiesta.

Allo Sportello Gaia, nato grazie al lavoro sinergico del Meyer con l’autorità giudiziaria e le forze dell’ordine, potranno rivolgersi tutti: famiglie, semplici cittadini, ma anche i professionisti – ad esempio pediatri, medici, infermieri, insegnanti, assistenti sociali – che nell’ambito del loro lavoro possono venire a conoscenza di situazioni di sospetti abusi.

Per accedere al colloquio, non occorre prendere appuntamento: basta presentarsi tutti i martedì pomeriggio negli orari di apertura dello sportello. Il primo contatto con il nuovo servizio potrà anche avvenire via mail: gaia@meyer.it.

oncoematologia-meyer

Ma gli specialisti possono anche essere raggiunti tramite un recapito telefonico, con un numero appositamente dedicato, disponibile presso l’Urp (055.5662332).

Lo Sportello Gaia è il punto di arrivo di un lungo percorso dedicato ai minori con sospetto abuso e maltrattamento che l’Ospedale Pediatrico Meyer ha intrapreso a partire dal 2005, con la creazione del gruppo Gaia, un équipe multidisciplinare specializzata nella tutela dei diritti dei minori.

Dal 2008 al giugno del 2015, il progetto si è occupato della presa in carico di circa 500 bambini e adolescenti, con un trend in continua crescita.

In Toscana – dati Codice Rosa – nel 2014 sono stati 441 gli accessi di bambini e ragazzi sia nelle Asl che nelle aziende ospedaliere universitarie: tra loro, l’80% aveva subito un maltrattamento, mentre il 20% era stato vittima di un abuso. Moltissimi gli adolescenti che hanno usufruito di questo percorso: 103, nella fascia di età tra i 12 e i 14 anni e 128 in quella dai 15 ai 18.

Condividi il post

Google1
Ti piace questo sito? Vorresti contenuti personalizzati anche per il tuo?
Allora vai su cosa facciamo o contattaci su O3 Web Agency
Posted by on 21 novembre 2015. Filed under In primo piano,Salute. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.