Archivi

Referendum 12 e 13 giugno. In Toscana vincono i Si con il 95% dei voti e il 63% dei votanti

Firenze – Una vittoria schiacciante quella dei Si ai quattro referendum abrogativi del 12 e 13 giugno (acqua, nucleare, legittimo impedimento).

Grande l’affluenza alle urne in Toscana: 63% il dato regionale.

Anche in Toscana vincono icon il 95% dei voti; circa il 4% per il No.

Questi i dati provinciali sulle affluenze: Firenze 67,5%; Siena 66,5%; Livorno 65,8%; Pisa 65%; Arezzo 60,9%; Grosseto 60,55%; Pistoia 60,5%; Massa e Carrara 60,3%; Lucca 58,5%; Prato 60,36%.

Il Comune capoluogo dove si è votato di più è stato Livorno con il 68% dei voti; 68% dei voti anche per Piombino, in provincia di Livorno. Quesito più votato quello sull’acqua, la scheda gialla; mentre il capoluogo di regione con l’affluenza più alta è risultato Firenze dove l’affluenza è stata del 65,1%, superiore a quella nazionale.

A livello comunale, in provincia di Firenze, dati da record a Rignano sull’Arno con un’affluenza di oltre il 71% degli aventi diritto al voto. Oltre il 70% a Bagno a Ripoli e Impruneta; Vicchio, Vinci, Calenzano 71,2%; Empoli 70,8%; Certaldo 72,2%; Sesto Fiorentino 72,2%. Oltre il 73% a Pontassieve.

Non è stato raggiunto il quorum a Capoliveri 47,5% e a Marciana 49,2%, arrivato invece da tutti gli altri comuni elbani. Niente quorum nemmeno a Montecatini, in provincia di Pistoia.

Un risultato che per il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, oltre a renderci orgogliosi, ha detto commentando i risultati: “rappresenta un bello schiaffo a chi ha invitato i cittadini a non votare: la maggioranza e il governo ed è bene che il Parlamento ne discuta e ne tragga le conseguenze”.

Un risultato politico anche per il Presidente della Provincia di Pisa, Andrea Pieroni che scrive in una nota ufficiale, “il risultato non è solo una straordinaria testimonianza di voglia di partecipazione e di vitalità democratica, ma assume anche un preciso significato politico”. Dello stesso tono il commento sul risultato da parte del presidente della Provincia di Firenze, Andrea Barducci, “La straordinaria risposta dei fiorentini all’appuntamento referendario è un elemento che assume un indubbio significato anche per la politica locale. Stiamo vivendo una straordinaria stagione di partecipazione che indica con chiarezza l’avvio di una nuova fase”.

Grande gioia tra i rappresentanti dei Comitati per il Si che si sono ritrovati in piazza dei Ciompi a Firenze e poi in piazza Annigoni vicino al mercato di Sant’Ambrogio per brindare al quorum raggiunto e alla vittoria del Si.

Ti piace questo sito? Vorresti contenuti personalizzati anche per il tuo?
Allora vai su cosa facciamo o contattaci su O3 Web Agency
Posted by on 14 Giugno 2011. Filed under In primo piano,Politica. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.