Informativa sull'uso dei cookie

Elezioni regionali: in Toscana vince Enrico Rossi, ma la Lega è il secondo partito

Enrico RossiFirenze – Alle elezioni regionali 2015 in Toscana è stato riconfermato al primo turno, il candidato del Pd e presidente uscente Enrico Rossi con il 48% delle preferenze .

La Lega Nord però mette a segno un vero e proprio exploit nella terra “rossa”, con oltre il 20% dei consensi e diventando così il secondo partito della regione con il candidato Claudio Borghi, sostenuto anche da Fratelli d’Italia.

Ma la vera sorpresa in Toscana è legata al crollo dell’affluenza alle urne, che si ferma al 48,28%.

Il presidente Rossi, in base alla legge elettorale toscana, con questo risultato ottiene dunque un premio di maggioranza pari al 60% del nuovo Consiglio regionale.

“La destra trova nella Lega il proprio leader – ha commentato su Facebook Enrico Rossi -, Forza Italia si affloscia, ma la Toscana si riconferma terra di sinistra. Possiamo governare per i prossimi 5 anni la Regione, ma adesso o la sinistra europea reinterpreta il socialismo e supera l’austerità o i nazionalismi fascioleghisti continueranno ad avanzare. La nuova giunta – ha poi annunciato il rieletto presidente – sarà di otto persone e nei primi cento giorni di governo farò l’80% delle 25 proposte che ho lanciato in campagna elettorale o mi decurto lo stipendio”.

elezioni 2013 toscana seggiBuono comunque anche il risultato del MoVimento 5 Stelle che si è attestato intorno al 15% con il candidato Giacomo Giannarelli, mentre per Forza Italia, che ha sostenuto Stefano Mugnai, le elezioni hanno visto un calo del partito che ha ottenuto solo il 9%: per questo motivo il coordinatore regionale Massimo Parisi, prima della chiusura dei seggi, ha rassegnato le dimissioni.

Ancora più bassa la percentuale dei voti per Giovanni Lamioni, espressione di Passione per la Toscana Area popolare che riunisce Ncd e Udc, con l’1,2% e quindi con nessun consigliere nella nuova assemblea regionale.

Stessa sorte per Gabriele Chiurli di Democrazia diretta, che non è arrivato all’1%.

Tommaso Fattori di Sì Toscana e sinistra ha invece portato a casa il 6% delle preferenze.

Condividi il post

Google1
Ti piace questo sito? Vorresti contenuti personalizzati anche per il tuo?
Allora vai su cosa facciamo o contattaci su O3 Web Agency
Posted by on 1 giugno 2015. Filed under In primo piano,Politica. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.