Informativa sull'uso dei cookie

Patrick Stewart a Lucca Comics 2019: Picard è tornato e condanna la Brexit

patrick stewart a lucca comics

Ad essere sincero non volevo tornare a vestire i panni di Picard ma dopo aver parlato con i produttori ho capito che questo personaggio sarebbe stato molto diverso da quello che avevo conosciuto e interpretato e allora ho detto “si”.

Sir Patrick Stewart parla sinceramente dal palco di Lucca Comics 2019 nel presentare la nuova serie Star Trek – Picard, realizzata per CBS da Alex Kurtzman, che lo vede tornare a vestire i panni di Jean Luc Picard, storico capitano della USS Enterprise in Star Trek the Next generation.

La presentazione della nuova serie, che in Italia sarà distribuita da Amazon prime tv a partire dal 24 gennaio 2020, è avvenuta nella cornice di Lucca Comics and Games, in un incontro pubblico al Teatro del Giglio.

Accanto a Stewart parte del nuovo cast: Santiago Cabrera (che interpreta l’ex pilota Cristobal Rios), Isa Briones (che interpreta Dahj), Michelle Hurd (nei panni di Raffi Musiker) e Evan Evagora (che sarà Elnor).

costumi star trek picard

Maglietta grigia e giacca di pelle nera, in un look che ricorda proprio quello del nuovo Picard (i costumi di scena sono esposti nello stand Amazon a Lucca), Patrick Stewart è apparso perfettamente a suo agio nel rispondere alle tante domande di giornalisti e fan.

Bocche cucite però sulla trama della nuova saga, della quale non si può sapere altro che quanto trapela dal trailer.

Eppure Patrick Stewart è chiaro: non aspettatevi di ritrovare il vecchio Picard.

L’ex capitano, poi Ammiraglio, ha abbandonato l’uniforme della flotta stellare e si è ritirato nella tenuta di famiglia “a bere vino” con il fedele cane, un pit bull (come chiesto esplicitamente agli autori da Stewart, che ha numerosi pit bull). Gli ideali di Picard però rimangono gli stessi, a cominciare dalla voglia di lottare per un mondo migliore.

Questa non è solo una serie di fantascienza ma vuole raccontare anche il mondo reale che oggi è un “casino” – ha proseguito Patrick Stewart – Tranquilli, però, nella nuova serie non ci saranno nè Boris Johnson nè Donald Trump”.

patrick stewart a lucca per star trek picard

E a questo proposito Sir Patrick Stewart non si lasciarsi sfuggire una stoccata al governo inglese. “Sono profondamente indignato dalla decisione del Regno Unito di lasciare l’UE”, spiega. E non poteva essere altrimenti dall’interprete di Picard che crede nella Federazione Unita dei Pianeti.

Accanto a Picard, nella serie ci saranno nuovi personaggi, diversi e complessi spiegano gli attori, ma che si troveranno accumunati dallo stesso destino. Con loro anche vecchie conoscenze, come ama ricorda lo stesso Stewart: da Jonathan Frakes, Will River, a Marina Sirtis nei panni di Deanna Troi, e Brent Spiner nel ruolo di Data.

teatro del giglio

Nei miei 60 anni di carriera, tra teatro e tv, ho sempre cercato di fare parte di un gruppo con cui lavorare insieme, fidandosi gli uni degli altri. È stato così fin dal 1987 con The Next generation, allora come ora siamo un ensamble che lavora all’unisono, dagli attori ai costumisti, a chi si occupa del catering. Perchè il tema di Star Trek è questo, il senso di comunità e di unità” ha spiegato Patrick Stewart.

E proprio l’origine shakespeariana non poteva non riemergere in una suggestiva scenografia come quella del Teatro del Giglio: tanto che Stewart non ha resistito a declamare un passo di Re Oberon dalla commedia “Sogno di una notte di mezza estate”, accolta da uno scrosciare di applausi.

Guarda l’intervista a Patrick Stewart a Lucca Comics 2019.

Al termine dell’intervista si è tenuta la cerimonia per la posa delle mani di Patrick Stewart nella Walk of Fame di Lucca Comics, che ha così acquisito un nuovo importante nome di prestigio, accanto a Steven Moffat e Leiji Matsumoto.

Poi i saluti alla città di Lucca, con la quale Stewart ha un legame da quando la moglie qualche anno fa ha iniziato a venire a studiare arte.

E Lucca ha ricambiato l’affetto, accogliendo il capitano Picard con tutto il suo affetto.

Condividi il post

Google1
Ti piace questo sito? Vorresti contenuti personalizzati anche per il tuo?
Allora vai su cosa facciamo o contattaci su O3 Web Agency
Posted by on 2 Novembre 2019. Filed under Cinema,In primo piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.