Archivi

27 maggio 1993, la strage dei Georgofili: Firenze commemora le vittime

Firenze – Sono trascorsi 17 anni dalla strage dei Georgofili.

Nella notte tra il 26 e il 27 maggio del 1993 un boato segnò la storia della città: cinque le vittime di quella bomba- Caterina Nencioni (50 giorni di vita), Nadia Nencioni (9 anni), Dario Capolicchio (22 anni), Angela Fiume (36 anni) e Fabrizio Nencioni (39 anni). – tanti feriti; danni incalcolabili al patrimonio artistico – la Galleria degli Uffizi colpita, distrutte le botteghe artigiane della zona.

Una bomba messa dalla Mafia come ormai hanno accertato le tante inchieste.

Oggi a Firenze, come ormai da 17 anni anni, il 26 ed il 27 maggio sono giorni del ricordo.

Regione Toscana e Comune di Firenze, con Provincia e Associazione tra i familiari delle vittime di via dei Georgofili hanno organizzato per stamani all’auditorium del Consiglio Regionale della Toscana con un convegno “Giustizia, informazione e lotta alla mafia”.

Durante il convegno ci sarà uno spazio dedicato al confronto con  i magistrati Pietro Grasso, GiuseppQuattrocchi, Piero Luigi Vigna, Giuseppe Nicolosi, Alessandro Crini, ed i giornalisti Giovanni Bianconi, Marcello Mancini, Guido Ruotolo che risponderanno alle domande dei ragazzi di alcune scuole.

Il momento più toccante sarà dopo la mezzanotte quando da Palazzo Vecchio partirà un corteo con gonfaloni e insegne per giungere esattamente alle 1:04  – ora in cui esplose la bomba –  in via dei Georgofili dove sarà deposta, sul luogo dell’attentato, una corona d’alloro.

La mattina di giovedì 27 nella Chiesa di San Carlo in via dei Calzaiuoli si terrà una messa in suffragio delle vittime.

Ti piace questo sito? Vorresti contenuti personalizzati anche per il tuo?
Allora vai su cosa facciamo o contattaci su O3 Web Agency
Posted by on 26 Maggio 2010. Filed under In primo piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.