Archivi

A Reggello (Fi) la Mostra del Mobile e dell’Artigianato del Legno

Firenze – Una mostra completamente dedicata ai Mobili e all’Artigianato del Legno.

E’ quella allestita nei locali dell’ex segheria di Vallombrosa che resterà aperta fino al 28 agosto prossimo.

Sono già molti i turisti ed i valdarnesi che hanno visitato l’esposizione ed hanno apprezzato la qualità e l’originalità dei “pezzi” esposti.

Alla Mostra sono presenti espositori locali, che presentano le loro creazioni, che spaziano dal mobile classico all’oggettistica di qualità, dai complementi d’arredo agli infissi di pregio ed anche alcuni pezzi di antiquariato finemente restaurato.

Il Comune di Reggello e l’Associazione Artigiani del Legno di Reggello, promotori della mostra, intendono valorizzare un aspetto importante del tessuto produttivo della zona, che ha radici lontane.

“Il lavoro delle maestranze locali del legno – dichiara l’Assessore alle Atttività Produttive, Valter Faina – ha trasmesso nel tempo competenze e valori che bisogna tutelare sia per salvaguardare la specializzazione locale sia la nostra cultura e le nostre radici”.

“La Mostra – afferma il presidente dell’Associazione Artigiani del Legno di Reggello, Piero Morandi – vuole essere un’occasione per presentare le nostre opere, simbolo di abilità, estro e qualità. Lo statuto della nostra Associazione prevede proprio che ognuno di noi realizzi ed esponga opere artigianali, realizzate nei nostri laboratori ed è per questo che dal prossimo anno intendiamo esporre “Il certificato di tracciabilità e qualità”.

La mostra è aperta nei seguenti orari: tutti i giorni dalle ore 9,00 alle ore 13.00 e dalle ore 15.00 alle ore 19.00.

Ti piace questo sito? Vorresti contenuti personalizzati anche per il tuo?
Allora vai su cosa facciamo o contattaci su O3 Web Agency
Posted by on 19 Agosto 2011. Filed under Eventi. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.