Archivi

Toscana: Finanziaria 2014 basata su coesione, crescita e innovazione

consiglio regionale toscanaFirenze – Nessun aumento di tasse, finanziamenti per il welfare e aiuti alle imprese: sono i cardini della Manovra di Bilancio e della Finanziaria 2014 presentata dalla Giunta della Regione Toscana.

Come reso noto in un comunicato, nonostante i tagli dallo Stato centrale degli ultimi anni, la Toscana è riuscita a non aumentare la pressione fiscale e anzi a fare una manovra basata su coesione, crescita e innovazione, con “misure straordinarie per la famiglia e il sociale” come spiegato dall’assessore al bilancio Vittorio Bugli.

Nel 2014 la Regione Toscana potrà spendere meno di 9 miliardi, 300 milioni in meno: 6 miliardi e 600 milioni sarà da sola la spesa per la sanità.

In concreto cosa prevede il Documento di Programmazione Economica e Finanziaria per il 2014?

Tasse e sconti – Il bollo auto da pagare rimane invariato, così come aliquote e scaglioni dell’addizionale regionale Irpef. Sull’Irap le agevolazioni e gli sconti aumentano di tre milioni, passando da 13 a 16 milioni. Sconti confermati anche per chi investe su cultura e paesaggio.

Bonus bebè, figli e prestiti – Confermato per il 2014 le misure varate ad agosto per il piano famiglia, ovvero 700 euro una tantum per ogni nuovo nato, 700 euro l’anno per ogni figlio disabile ed altrettanti per le famiglie con almeno quattro figli. Per usufruire del denaro occorrerà avere un Isee non superiore a 24 mila euro. A queste misure si aggiungono i prestiti, fino a tremila euro a zero interessi in tre anni, per chi ha perso il lavoro o non riscuote da almeno due mesi, e il prestito sociale (per le famiglie con maggiori difficoltà.

Autosufficienza – Rifinanziato il fondo per la non autosufficienza con 78 milioni (destinati a diventare 85 nel corso dell’anno).

soldi11Economia e fondi europei – 100 milioni, al netto delle risorse europee, sono stati stanziati dalla Toscana per il sistema economico, il turismo, il commercio, l’agricoltura e le iniziative culturali sul territorio; inoltre la Regione anticiperà 82 milioni sui fondi europei, in modo che in attesa delle risorse della prossima programmazione gli interventi e gli investimenti in corso non si interrompano.

Minibond, pagamenti ed housing sociale – La Regione garantirà con 3 milioni chi sottoscriverà minibond emessi da imprese toscane. Stanziati 2,5 milioni per il contributo in conto interessi da riconoscere ai fornitori del servizio sanitario regionale che presentino i loro crediti a società di factoring e 5 milioni per aderire ad un fondo di housing sociale, dove pubblico, privato e privato sociale dovrebbero cercare di far ripartire il mercato delle costruzioni e dare una risposta a chi cerca casa e non ha i requisiti per un alloggio popolare ma neppure può permettersi un affitto a prezzi di mercato.

Manovra di Bilancio e Finanziaria 2014 sono state approvate dal Consiglio Regionale della Toscana nella seduta di ieri, dopo il dibattito, che si era tenuto in giornata.

Ti piace questo sito? Vorresti contenuti personalizzati anche per il tuo?
Allora vai su cosa facciamo o contattaci su O3 Web Agency
Posted by on 19 Dicembre 2013. Filed under Economia,In primo piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.