Archivi

In Toscana arrivano i fondi per l’acquisto di 300 nuovi autobus

Autobus

Autobus

Firenze – Ammontanto a circa 40 milioni di euro i fondi che permetteranno di acquistare in Toscana 304 nuovi autobus che entreranno in servizio sulle linee urbane ed extraurbane.

I co-finanziamenti garantiti dalla Regione sono stati attivati con l’utimo bando per l’acquisto di nuovi mezzi destinati al servizio di trasporto pubblico su gomma.

“Grazie a queste risorse – ha spiegato l’assessore regionale ai trasporti Vincenzo Ceccarelli – avremo nel giro di un anno oltre trecento nuovi autobus in servizio. Un bel risultato. Il bando ha riscosso il massimo successo da parte delle aziende, premiando il grande sforzo fatto dalla Regione per dare un forte impulso all’azione di rinnovamento del parco mezzi, che sarà poi portato a compimento con la prossima gara unica per il servizio di trasporto pubblico su gomma, nella quale si prevede l’acquisto di almeno altri nuovi 1000 bus”.

Autobus elettrico AtafIl decreto che approva la graduatoria dei ‘vincitori’ del bando regionale è attualmente in corso di certificazione. Grazie alle risorse assegnate si sono potute soddisfare tutte le richieste dei Comuni, il 99% delle richieste presentate dalle aziende per gli autobus urbani e il 42% delle richieste per gli autobus extraurbani.

Si ricorda che i nuovi autobus saranno acquistati dalle attuali aziende di trasporto pubblico, che riceveranno il cofinanziamento regionale in percentuale variabile in base al tipo di mezzi richiesti: meno inquinante è il mezzo scelto, maggiore è la percentuale di finanziamento pubblico.

Si va dal 55% per i bus a gasolio Euro 6, fino ad un massimo del 70% per i bus a metano.

Gli autobus acquistati con cofinanziamento regionale saranno vincolati all’uso nel servizio pubblico e dopo la gara europea per l’individuazione del nuovo gestore unico del tpl in Toscana passeranno in dote al vincitore.

 

Ti piace questo sito? Vorresti contenuti personalizzati anche per il tuo?
Allora vai su cosa facciamo o contattaci su O3 Web Agency
Posted by on 9 Gennaio 2014. Filed under Economia,In primo piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.