Archivi

Tasse Toscana: dal 2013 aumenta Irpef e Irap

Firenze – Irpef e Irap dal gennaio 2013 aumenteranno per compensare i tagli imposti dalla spending review.

L‘Irpef aumenterà secondo le fasce di reddito – in alcuni casi le detrazioni per figli a carico o per familiari con disabilità compenseranno la tassa – e anche l’aumento dell‘Irap riguarderà solo un sesto delle imprese toscane.

Nelle casse regionali il prossimo anno ci saranno 550 milioni in meno e per chiudere il bilancio la Regione è dovuta correre ai ripari e approvare una manovra da 250 milioni di euro.

Prima sono state passate al setaccio le spese e qui tagliando capitolo per capitolo sono stati trovati 50 milioni. Una cifra importante ma non ancora sufficiente. Perciò è arrivata la decisione di toccare bollo auto, addizionale irpef e irap, concessioni per il demanio. Alla fine dalla leva fiscale arriveranno 246 milioni di euro.

“La crisi è pesante e il governo regionale è stato costretto a compiere scelte drammatiche – ha spiegato il presidente Enrico Rossi – abbiamo cercato di  varare una manovra che fosse equa e tutelasse i più deboli. Con l’Irpef abbiamo tutelato gli incapienti fino a 8 mila euro e le prime due fasce di Irpef, fino a 28 mila euro. Per queste due fasce abbiamo deciso un incremento dello 0,2%, pari a un massimo di 30 euro per la prima fascia e 56 euro per la seconda. In più c’è una detrazione di 50 euro per ogni figlio a carico e di 220 euro per i disabili.

”La Toscana – ha aggiunto Rossi – non si scoraggia, non rinuncia allo stato sociale ma neanche al rigore dei conti”.

Per quanto riguarda l’Irap, su 365 mila imprese gli aumenti andranno a colpire 60 mila imprese con un incremento dello 0,92%. Confermate le esenzioni precedenti (onlus, coop sociali, zone montane, aziende con certificazione ambientale e sociale) e saranno esentati interi settori come il manifatturiero, il settore agricolo, i distretti dell’export.

Esentate anche le imprese individuali o familiari del commercio e del turismo.

Continuano le politiche regionali per aiutare le famiglie e le piccolissime imprese. La Regione ha creato un fondo da 20milioni per il microcredito. Un fondo da 8 milioni andrà a sostenere il pagamento degli affitti mentre 10 milioni serviranno a rifinanziare le classi materne “Pegaso”.

Ti piace questo sito? Vorresti contenuti personalizzati anche per il tuo?
Allora vai su cosa facciamo o contattaci su O3 Web Agency
Posted by on 10 Novembre 2012. Filed under Economia. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.