Archivi

A Firenze la 2a edizione di “Buy Wine”: aumenta il trend positivo dell’export dei vini toscani

Firenze – Dopo l’eccezionale performance del 2010 (+45,8%) il 2011 conferma il trend positivo delle esportazioni dei vini di qualità toscani cresciute, nei primi nove mesi dell’anno, di un ulteriore 13,5%.

L’elaborazione è stata fatta da Toscana Promozione su dati Istat Gennaio-Settembre 2011.

Dopo la battuta d’arresto registrata nel 2009 (-17,8%) il commercio estero delle etichette toscane torna così ai livelli pre-crisi: da gennaio a settembre la Toscana ha esportato nel mondo vini di qualità per un valore complessivo di oltre 323,6 milioni di euro contro i 285 mln dello stesso periodo 2010. Cifre che fanno della Toscana la prima regione in Italia per export di vino.

Un successo, quello registrato a livello internazionale dai vini toscani, che riguarda tanto i rossi (+13,8%) che i bianchi (+9,7%) e confermato anche guardando alle quantità salite, nel loro complesso, del 13,4% rispetto ai primi nove mesi del 2010. Ma in questo caso sono i bianchi a far registrare la performance migliore: +41,7% contro il +11,9% dei rossi.

E proprio con questi numeri la Toscana si presenta alla seconda edizione del Buy Wine la stagione 2012 della promozione internazionale del vino toscano, in programma alla Stazione Leopolda di Firenze il 16 e 17 febbraio. Presenti all’iniziativa 200 buyers (100 italiani e 100 internazionali) e 179 produttori toscani.

Organizzato da Toscana Promozione, Buy Wine nasce nel 2009 per favorire l’incontro tra la Toscana del vino e il trade internazionale e si presenta quest’anno con una formula completamente rinnovata: non più solo un workshop ma una vera e propria anteprima delle anteprime.

Concluse le due giornate di incontri one-to-one alla Stazione Leopolda di Firenze, infatti, i buyer prederanno parte a 3 tour che li porteranno alle anteprime organizzate sul territorio dai consorzi di tutela del Vino Nobile di Montepulciano, Vernaccia di San Gimignano e Chianti Classico.

Presenti all’evento mercati storici, ma anche aree emergenti. Buy Wine offrirà ai produttori toscani l’opportunità di incontrare buyer provenienti da tutti i Paesi più promettenti dal punto di vista del commercio estero.

31 i Paesi presenti tra i quali la parte del leone è giocata da Brasile, Cina, Regno Unito e Nord America che, complessivamente, rappresentano oltre il 38% dei buyer internazionali partecipanti. Un gruppo importante che mette insieme due mercati di sbocco storici per i vini toscani (Nord America e Regno Unito) e due aree in cui le vendite sono in costante espansione come Brasile e Cina che hanno fatto registrare, nei primi nove mesi del 2011, ottime performance entrando nella Top Ten dei mercati di sbocco per i vini di qualità sia rossi che bianchi.

Ti piace questo sito? Vorresti contenuti personalizzati anche per il tuo?
Allora vai su cosa facciamo o contattaci su O3 Web Agency
Posted by on 8 Febbraio 2012. Filed under Economia. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.