Archivi

Bilancio 2012: lacrime e sangue anche in Toscana

Firenze – In Toscana mancano all’appello per il bilancio regionale ben 200 milioni di euro e sono quindi a rischio numerosi settori, primo tra tutti quello legato al trasporto locale.

La manovra del Governo nel 2011 ha tolto alla Toscana 360 milioni di euro di trasferimenti erariali, che salgono a 405 nel bilancio 2012.

A dirlo il presidente della Regione, Enrico Rossi, parlando del documento preliminare della legge di bilancio di previsione per il 2012 e pluriennale 2012-2014 approvato dalla giunta e inviato quindi al consiglio.

Dei 200 milioni mancanti per il 2012, Rossi ritiene che la Regione potrà recuperarne circa 100 “attraverso la lotta all’evasione fiscale e spending review, cioè di verifica della qualità della nostra spesa”.

“Gli altri 100 milioni però – ha aggiunto Rossi – devono arrivare dal Governo perchè altrimenti il rischio è che a giugno si fermino treni e trasporto locale, servizi che sono decisivi”.

Per quanto riguarda invece le riforme previste dalla Finanziaria 2012 la Regione mette in campo iniziative in controtendenza. “Abbiamo la legge sulle accelerazioni delle opere pubbliche – ha detto Rossi – firmata con Società Autostrade sugli accordi per le terze corsie, ma vogliamo parlare anche della sistemazione della Fi-Pi-Li, della Firenze-Siena e dell’aeroporto di Firenze”.

Infine il capitolo dell’equità, con la grande sfida legata al settore sanità, che potrebbe essere vinta anche grazie allo strumento della dichiarazione ISEE, già usato per i ticket sanitari, senza colpire lavoro e impresa.

Guarda l’intervista al presidente Enrico Rossi:

Ti piace questo sito? Vorresti contenuti personalizzati anche per il tuo?
Allora vai su cosa facciamo o contattaci su O3 Web Agency
Posted by on 5 Ottobre 2011. Filed under Economia,In primo piano,Video. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.