Informativa sull'uso dei cookie

A Pisa la seconda edizione della Sant’Anna JobFair

Santanna-pisa-wikipedia

Pisa – Dal venerdì 27 novembre arriva a Pisa, la Sant’Anna JobFair per far incontrare i talenti della formazione e della ricerca di eccellenza con le grandi imprese italiane:

La seconda edizione della Sant’Anna JobFair è in programma dalle 10.00 alle 17.00 alla Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa.

Sono 30 quest’anno le imprese presenti, leader in settori che spaziano dalla consulenza all’industria ad alta tecnologia,  mentre gli iscritti che parteciperanno e che si metteranno in gioco sono oltre 250.

Per la prima volta, si sono iscritti alla Sant’Anna JobFair allievi dei corsi ordinari, delle lauree magistrali, dei dottorati, dei ph.d. e dei master universitari provenienti anche dallo Iuss, scuola di eccellenza di Pavia che si di recente si è federata con la Sant’Anna, dalla Scuola Normale Superiore di Pisa e da Imt Lucca.

Il programma, prevede momenti di recruitment attraverso colloqui individuali; presentazioni aziendali introdotte dal docente dello Iuss Andrea Taramelli, in qualità di coordinatore del progetto di partecipazione alla JobFair della scuola pavese, con il suo focus sulle opportunità del “Progetto Copernicus”; incontri di “career mentoring” con esperti di livello internazionale nel settore delle risorse umane.

“Attra­verso la Sant’Anna JobFair – ha spiegato il rettore della Sant’Anna Pierdomenico Perata nel presentare l’evento – vogliamo far percepire alle imprese la qualità degli allievi che hanno seguito con successo percorsi formativi di eccel­lenza. Al tempo stesso, desideriamo far conoscere agli allievi il mondo delle imprese, del quale non hanno ancora piena consapevolez­za, e farli riflettere su come orientare il loro percorso di carriera”.

Guarda le aziende che partecipano alla Sant’Anna JobFair.

Condividi il post

Google1
Ti piace questo sito? Vorresti contenuti personalizzati anche per il tuo?
Allora vai su cosa facciamo o contattaci su O3 Web Agency
Posted by on 24 novembre 2015. Filed under Economia,In primo piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.