Archivi

Lo tsunami in Giappone raccontato in una mostra fotografica a Siena

Siena – E’ una mostra fotografica, dedicata agli effetti dello tsunami di un anno fa in Giappone, a dare il via ufficiale alle attività di “Paesaggi di Cultura Giapponese”, un evento promosso dal Comune e dall’Associazione Neverland l’isola che non c’è che porterà a Siena uno spaccato di cultura nipponica.

Il titolo della mostra è emblematico “Giappone11/3/2011ore14.46 – 日本 2011年3月11日午後2時46分”.

Nel Complesso museale del Santa Maria della Scala, sono esposte, da ieri pomeriggio, 54 fotografie concesse dal quotidiano giapponese Iwate Nippo che testimoniano i momenti della tragedia e il post – tsunami, il lento ritorno alla normalità.

Nelle immagini – hanno spiegato i curatori della mostra Giovanni Bertolozzi Caredio, Fabio Greco e Marco Isidori – è immortalato il dolore, la morte e la distruzione di un popolo. Al visitatore è così chiesto di prendersi in carico eticamente dell’immagine e di guardare gli scatti non voyeristicamente ma come testimonianza per non dimenticare.

Accanto alle foto saranno esposti le sculture “I dodici mesi dell’anno” di Hanako Kumazawa: dodici teste di terracotta e le foto in albumina, con ritocco pittorico dell’antico Giappone, provenienti dalla raccolta di Dominique Papi Cipriani.

L’evento che prosegue fino al 10 luglio con un calendario ricco di appuntamenti, è stato patrocinato dall’Ambasciata Giapponese in Italia e dall’Istituto Giapponese di Cultura, dalla Provincia di Siena.

Tra gli altri appuntamenti segnaliamo il 24 aprile alle ore 21, sempre negli spazi del Complesso Museale Santa Maria della Scala, il concerto di una delle pianiste più importanti della scena Jazz contemporanea, Chihiko Yamanaka.

Nel mese di maggio, il 18 e il 25, ancora al Santa Maria della Scala, si svolgeranno due tavole rotonde tematiche dedicate a una riflessione sull’impatto ambientale del nucleare, sulle possibili energie alternative e sulle politiche ambientali.

(Foto tratta dal blog From Toscana to Japan)

Ti piace questo sito? Vorresti contenuti personalizzati anche per il tuo?
Allora vai su cosa facciamo o contattaci su O3 Web Agency
Posted by on 14 Aprile 2012. Filed under Cultura. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.