Archivi

L’arte contemporanea protagonista a Pitigliano (Gr)

Grosseto – Pitigliano, borgo arroccato sulle colline maremmane, punta ancora una volta sull’arte.

Il 31 luglio, infatti, l’Associazione Culturale Arcadia, in collaborazione con il Comune di Pitigliano e la Pro-Loco “l’Orso”, presenta la 3^ Mostra d’arte contemporanea, che si terrà nelle prestigiose sale dei Granai della Fortezza Orsini fino al 16 agosto.

La Mostra riunisce oltre sessanta protagonisti italiani e stranieri. Durante l’evento si incontrano pittura e scultura, grafica e fotografia, installazione, tangibili testimonianze di diversi percorsi creativi, di differenti individualità di ricerca.

“Siamo orgogliosi di questo grande fermento culturale che anima ormai da tempo ed in  continuo crescendo il nostro Comune – ha spiegato  il sindaco Dino Seccarecci -. Come Amministrazione comunale cerchiamo di dare il massimo per sostenere il più possibile le iniziative di carattere artistico, musicale, teatrale che ci vengono proposte, oltre a quelle folkloristiche e alla mostre – mercato di prodotti locali. Tra l’altro, si tratta sempre di eventi di alto livello e di alta qualità apprezzati anche da un pubblico che arriva da tutta Italia, ma anche da oltre confine”.

Nell’ambito della Mostra si terranno le seguenti iniziative: il 31 luglio, alle 18, vernissage; il 15 agosto, alle 18, si apriranno i festeggiamenti per il 308° compleanno del maestro Francesco Zuccarelli e il 16 agosto, dalle 18.30 fino a tarda notte, in concomitanza con la notte bianca pitiglianese verrà eseguita a più mani l’ormai tradizionale “MEGATELA – Artisti al muro, ovvero Arte a pezzi”.

La mostra è aperta tutti i giorni dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 20, nei week end anche dalle 21 alle  24.

Ti piace questo sito? Vorresti contenuti personalizzati anche per il tuo?
Allora vai su cosa facciamo o contattaci su O3 Web Agency
Posted by on 28 Luglio 2010. Filed under Cultura. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *