Archivi

Due mostre a Siena per celebrare Italo Calvino

Siena – E’ considerato uno dei più grandi scrittori italiani della seconda metà del Novecento, tradotto in oltre 45 lingue per 64 paesi: Italo Calvino sarà ricordato a Siena, città dove mori 25 anni fa, con una serie di eventi e spettacoli.

Si comincia giovedì 16 settembre, alle 16.30, con l’inaugurazione della mostra “Senza colori 1980/2010”, di Fabio Mazzieri, al Teatro Comunale dei Rinnovati,.

L’allestimento prende il nome da un racconto tratto da “Le Cosmicomiche”, dalla quale l’artista senese ha tratto ispirazione per realizzare, con tecnica mista su carta, 28 dipinti. Durante l’inaugurazione verrà letto anche il racconto “Senza colori”, che servirà così a creare una vera e propria sinestesia tra suono e immagini. Le opere esposte sono state ospitate già dal 6° Cantiere Internazionale d’Arte, nella Galleria Il Granaio di Montepulciano, e nell’ottobre 2011 saranno esposte alla University of New York, a Buffalo.

Alle ore 18, inoltre, gli appassionati di Calvino potranno recarsi negli spazi del complesso museale Santa Maria della Scala, per assistere all’apertura della mostra bibliografica “Calvino Tradotto”, a cura della Fondazione Mondadori, e seguire le video-interviste di Calvino recuperate dall’archivio della radio televisione svizzera e italiana. La mostra fa parte del progetto “Copy in Italy. Autori italiani nel mondo dal 1945 a oggi”, per valorizzare la cultura italiana all’estero.

Un itinerario attraverso le copertine di oltre 150 edizioni originali americane, inglesi, francesi, cubane, giapponesi, russe, tedesche, norvegesi, finlandesi, svedesi, israeliane, ceche, serbe, croate che si propone come galleria di immagini, accompagnata dalle parole e dalle riflessioni di Calvino, che seguiva con grande trepidazione le sorti delle sue traduzioni nel mondo.

Le mostre resteranno aperte, gratuitamente, al pubblico fino al 22 settembre, tutti i giorni dalle 10.30 alle 18.30.

Ti piace questo sito? Vorresti contenuti personalizzati anche per il tuo?
Allora vai su cosa facciamo o contattaci su O3 Web Agency
Posted by on 13 Settembre 2010. Filed under Cultura. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.