Informativa sull'uso dei cookie

Archivi

AniMA, a Firenze in mostra la storia dell’animazione

Un tratto netto, nero su sfondo bianco, che disegna un dinosauro con un uomo in groppa: è uno dei rari disegni di “Gertie the Dinosaur” ad accogliere i visitatori della mostra “AniMA. La Magia del Cinema d’Animazione da Biancaneve a Goldrake”, in corso a Palazzo Medici Riccardi, a Firenze, fino all’autunno 2021.

Incorniciato all’ingresso della prima sala, il disegno di Gertie è uno dei soli 100 al mondo rimasti a testimoniare uno dei primi cortometraggi animati della storia del cinema, realizzato nel 1914 da Winsor McCay. A lui si ispirarono molti artisti, a cominciare da Walt Disney: non a caso, sono proprio le opere di Disney a seguire nel racconto della mostra, accompagnate da Pixar, Dreamworks, Hanna Barbera e molti altri.

AniMA”, promossa da Città Metropolitana di Firenze e MUS.E, in collaborazione con Accademia NEMO, raccoglie infatti oltre 500 pezzi originali che attraversano oltre un secolo di storia dell’animazione, tra schizzi, layout, concept e storyboard.

AniMa a Firenze: la storia dell’animazione in una carrellata di disegni e schizzi

disegni presenti a anima a firenze

Un racconto per immagini che consente di “ritrovare” vecchi amici: da Topolino a Biancaneve, da Felix il gatto ai personaggi della Wacky Races (la Corsa più pazza del mondo), dagli Antenati ai Pronipoti. A chiudere l’esposizione è la sezione dedicata alle produzioni giapponesi: dal Goku di The Monkey a Sally la Maga, dalle serie di robot fino a Captain Tsubasa e Dragonball. Presente anche la ricostruzione di parte della divisa di Lady Oscar (Versailles no Bara) realizzata dall’Accademia Italiana di Moda e costume.

Interessante la sala dedicata alle produzioni dell’Accademia Nemo di Firenze: oltre ad assistere alla proiezione di 3 cortometraggi (in piedi!), è possibile seguire anche il lavoro di creazione delle tre opere, attraverso i disegni preparatori.

sala giapponese

Nel complesso, la mostra “AniMA” è sostanzialmente una carrellata di disegni e schizzi ai quali si alternano la presentazione dei profili di alcuni dei disegnatori che hanno fatto la storia dell’animazione: da John Canemaker a Takashi Namiki, da Tom e Tony Bancroft a Willie Ito fino a Masami Suda.

AniMA a Firenze: visite guidate per conoscere la storia dell’animazione e laboratori per bambini

schizzi spada nella roccia

Se la bellezza dei disegni non è in discussione, è l’allestimento ad apparire un po’ troppo essenziale, con pochi pannelli e didascalie ad accompagnare il percorso narrativo. Difficile quindi apprezzare fino in fondo non solo la storia dell’evoluzione dell’animazione ma anche le tecniche di lavoro, a meno che non si conoscano già o non si partecipi ad una delle visite guidate.

Da luglio a ottobre infatti vengono organizzate visite guidate per adulti e bambini su prenotazione, ogni lunedì, martedì, giovedì e venerdì alle 16.30 e tutti i sabati e domeniche, alle 11.30 e 16.30. Le visite consentono di ripercorrere le storie di creazioni immortali quali Biancaneve, Cenerentola, Alice nel paese delle meraviglie, Peter Pan, Robin Hood fino alla Sirenetta, il Re Leone o di anime giapponesi.

allestimento anima a firenze

Inoltre, alle visite si affiancheranno attività specifiche per famiglie con bambini, con laboratori incentrati proprio sulla tecnica del disegno animato, per aiutare i più piccoli ad assimilare le nozioni fondamentali e a cimentarsi in prima persona con la creazione di flip-book animati.

La Casa per la Storia dell’Animazione a Firenze (forse)

sala accademia nemo

Tutte le opere esposte in AniMA provengono dalla collezione di AniMa Firenze, ospitata nei locali dell’Accademia NEMO. Grazie a donazioni di artisti di livello internazionale come Sandro Cleuzo, Don Bluth, Gary Goldman e Yoichi Kotabe, la collezione conserva ad oggi circa ottomila pezzi tra schizzi, layout, concept e storyboard prodotti, tra gli altri, dagli studi Disney, Dreamworks, PIXAR, Don Bluth e Hanna Barbera.

Un patrimonio in attesa di trovare una collocazione stabile e definitiva in una Casa per la Storia dell’Animazione che i fondatori auspicano da tempo e che speriamo ci auguriamo anche noi possa realizzarsi presto.

AniMA a Firenze: tutte le info utili

anima firenze cortometraggi

La mostra “AniMA. La Magia del Cinema d’Animazione da Biancaneve a Goldrake” rimarrà aperta a Palazzo Medici Riccardi fino al 17 ottobre 2021.

L’esposizione è promossa da Città Metropolitana di Firenze e MUS.E, in collaborazione con Accademia NEMO di Firenze, a cura di Federica Fabbri, animatrice e responsabile del corso di Cinema d’animazione presso la NEMO, Sandro Cleuzo, animatore Disney, Dreamworks e Warner Bros, Luca Chiarotti e Francesco Mariotti, art directors e insegnanti dell’Accademia, e Francesco Chiatante, storico dell’animazione giapponese e regista.

Per info su costi e orari e sulle visite guidate, è possibile consultare il sito di Palazzo Medici Riccardi.

Ti piace questo sito? Vorresti contenuti personalizzati anche per il tuo?
Allora vai su cosa facciamo o contattaci su O3 Web Agency
Posted by on 9 Luglio 2021. Filed under Cultura,In primo piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.