Archivi

Amico Restaurant: un codice etico per migliorare l’offerta dei ristoranti

Firenze – Entrare in un ristorante sapendo chiaramente quali sono i prezzi dei piatti, potendo scegliere tra menu in più lingue, normali o studiati per chi è affetto da celiachia, e alla fine andarsene con il sorriso sulle labbra. E’ questo l’obiettivo di “Amico Restaurant” progetto promosso dal Comune e dalla Provincia di Firenze, in collaborazione con l’Agenzia per il Turismo e le associazioni di categoria Fiepet Confesercenti e Fipe Confcommercio.

Il progetto si basa su protocollo d’intesa che fissa una sorta di codice etico per migliorare l’accoglienza e promuovere la cultura gastronomica fiorentina e toscana nei 1527 esercizi di ristorazione della provincia di Firenze. I ristoranti che aderiranno si impegneranno a garantire servizi come ad esempio menù in almeno tre lingue, visibili da inizio a fine pasto; piatti pensati per chi soffre di celiachia o per i vegetariani; specifica della provenienza dei prodotti tipici; prezzi più chiari, con la distinzione tra coperto e servizio; offerta di servizi di accoglienza per i bambini e molto altro. Inoltre i ristoranti si impegnano a promuovere presso i propri clienti eventi e iniziative che si svolgono sul territorio

L’obiettivo del nuovo codice è qualificare l’offerta turistica e rispondere alle esigenze dei consumatori, che sempre più chiedono qualità nell’accoglienza e trasparenza nelle pratiche quotidiane.

L’adesione al protocollo sarà simboleggiata dall’affissione all’ingresso del locale di un logo di riconoscimento: uno “smile” che servirà anche a comunicare da subito il senso di accoglienza e ospitalità. Inoltre gli esercizi aderenti dovranno esporre specifiche locandine che riportano tutti gli impegni assunti, in modo da essere subito facilmente riconoscibili, garantire un migliore servizio ai clienti e mantenere la massima trasparenza. L’elenco dei ristoranti aderenti sarà pubblicati sul sito del Comune di Firenze.

Ti piace questo sito? Vorresti contenuti personalizzati anche per il tuo?
Allora vai su cosa facciamo o contattaci su O3 Web Agency
Posted by on 19 Maggio 2010. Filed under Cultura. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *