Archivi

A Firenze i 150 anni dell’Unità d’Italia si festeggiano insieme a Dante

Firenze – Nove appuntamenti a Firenze per festeggiare i 150 anni dell’Unità d’Italia insieme alla lettura e all’analisi dell’opera del padre della lingua italiana: Dante Alighieri.

E’ il ciclo di conferenze dal titolo “Con Dante per Dante” promosso dalla Società Dantesca Italiana.

Ad aprire la rassegna, giovedì 17 febbraio alle ore 16.30, nella Sala Francesco Mazzoni del Palagio dell’Arte della Lana di Firenze (Via Dell’Arte Della Lana 1), sede della Società per tutto il ciclo di incontri, Gianfranco Fioravanti, professore ordinario di Filosofia alla Facoltà di Lettere dell’Università di Pisa, con un incontro sul tema “La nobiltà spiegata ai nobili: una possibile lettura del Convivio”.

Dopo Fioravanti, giovedì 24 febbraio, sarà la volta di Massimo Seriacopi, che proporrà la lettura del XXVII canto dell’Inferno analizzando in particolare le figure di Guido da Montefeltro e Bonifacio VIII.

La teoria linguistica di Dante sarà invece l’argomento di dibattito nel convegno in programma il 3 marzo con Stefano Gensini, ordinario presso l’Università degli Studi di Napoli “L’Orientale” ed esperto di Filosofia del Linguaggio.

Thomas Ricklin, martedì 8 marzo, analizzerà invece la figura del poeta fiorentino con un ritorno alle origini con l’incontro dal titolo “Il mondo plora il glorioso Dante. Poesie in morte di Dante e il primo formarsi della fama del poeta”.

Il 15 marzo Diego Quaglioni, ordinario di Storia del Diritto Medievale e Moderno all’Università di Trento, s’interrogherà sul senso del diritto in Dante partendo dallo studio del trattato “De Monarchia”.

“Vicario di Dio, profeta e giudice: il Dante di Giovanni Papini” sarà il titolo della conferenza tenuta da Sandro Gentili, docente di Lettere e Filosofia all’Università di Perugia, giovedì 24 marzo, mentre a chiudere il ricco calendario di marzo sarà, giovedì 31, Maria Luisa Doglio, professore emerito di Letteratura Italiana dell’Università di Torino, con un incontro incentrato su Dante secondo gli studi di Giovanni Getto.

Gli ultimi due appuntamenti saranno il 7 e il 14 aprile con un approfondimento della figura di Filippo Argenti, protagonista dell’VIII canto dell’Inferno, con Antonio Lanza, docente all’Università dell’Aquila e con la conferenza dal titolo “Classicità perché (ma anche come)” tenuta dal professore emerito di Linguistica Generale nella Facoltà di Scienze Umanistiche a “La Sapienza”di Roma, Tullio De Mauro.

Ti piace questo sito? Vorresti contenuti personalizzati anche per il tuo?
Allora vai su cosa facciamo o contattaci su O3 Web Agency
Posted by on 16 Febbraio 2011. Filed under Cultura. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.