Turismo Toscana: estate 2013 con segno positivo

Firenze – Estate 2013 con segno + in Toscana, grazie agli stranieri e ad una piccola ripresa del turismo interno nel mese di agosto: è il dato incoraggiante che emerge dall’indagine realizzata dal Centro Studi Turistici di Firenze per conto di Toscana Promozione.

Lo studio ha riguardato un campione di 796 imprese ricettive: secondo quanto emerso il trimestre giugno-luglio-agosto dovrebbe segnare +0,7% di arrivi e +0,5% di pernottamenti.

Merito soprattutto del turismo straniero in particolare da Germania, Austria, Svizzera e Russia. Positivo anche il trend di arrivi da Belgio, Olanda, Francia e Paesi Scandinavi, così come i mercati BRIC, ad eccezione del Brasile che mostra qualche segno di flessione.

Ma la vera novità è la piccola ripresa della domanda interna italiana, che ha interessato soprattutto il mese di agosto.

Ma veniamo ai dati: secondo quanto reso noto, giugno appare è stato il mese peggiore (-1,3% di arrivi e -1% di presenze) per la contrazione della domanda italiana (-3,6%), solo parzialmente compensata dai pernottamenti dei turisti stranieri (+1,4%); luglio ha registrato andamenti altalenanti, con segnali di recupero nella seconda parte del mese, grazie alle provenienze dall’estero (+3% di presenze); i flussi di agosto, invece, sono stati una boccata di ossigeno per il sistema turistico regionale, con una evidente ripresa della domanda italiana (+0,6%) e straniera (+3%). Positivi anche i primi dati su settembre: l’andamento degli hotel a 4/5 stelle è stimato in aumento, mentre per l’extralberghiero si prevede una flessione.

Per quanto riguarda i diversi settori, il balneare sembra aver retto meglio di altre destinazioni (+0,5% di pernottamenti), in particolare l’Arcipelago, la Costa degli Etruschi, la Versilia e la Maremma. Buoni i risultati delle aree della collina/campagna (+1,1%), anche se il trend appare disomogeneo. Bene anche le città d’arte (+1,2%) mentre in flessione, c’è la montagna (-1,2%) e il settore termale (-1,6%).

“La Toscana si è impegnata in un lavoro congiunto pubblico-privato che è stato determinante per ottenere il risultato positivo che segna l’estate turistica 2013″ ha affermato l’assessore regionale al turismo Cristina Scaletti. La Regione conferma la scelta del web come sede primaria per la promozione così come l’impegno sui mercati esteri.

Tuttavia la crisi non può dirsi ancora del tutto superata e il problema riguarda ancora una volta i comportamenti legati alla crisi economica: dall’aumento della quota di turisti che ha selezionato i servizi sulla base del prezzo e non della proposta, per proseguire con l’ulteriore incremento delle prenotazioni “sottodata” tramite il web, e per finire il rafforzamento del segmento “lusso”, grazie alla domanda proveniente in prevalenza dai mercati extraeuropei.

“I numeri del turismo della Toscana, anche per quest’anno, ci dicono che mediamente facciamo meglio delle altre Regioni, ma anche noi abbiamo l’affanno – è il commento di Massimo Vivoli, presidente Confesercenti Toscana – La capacità di mantenere e aumentare le quote di mercato, dipende unicamente dalla competitività delle nostre imprese e delle destinazioni turistiche della nostra Regione. E’ quindi indispensabile mettere in atto politiche, strategie ed azioni coerenti ed efficaci, che aiutino il comparto del turismo toscano a tenere il passo”.

Dei dati del turismo in Toscana (e non solo) e delle strategie di comunicazione e valorizzazione del territorio si parlerà anche quest’anno a BTO – Buy Tourism Online 2013, evento dedicato al turismo online (e non solo) che si terrà alla Fortezza da Basso di Firenze il 3 e 4 dicembre.

Ti piace questo sito? Vorresti contenuti personalizzati anche per il tuo?
Allora vai su cosa facciamo o contattaci su O3 Web Agency

Condividi il post

Posted by on 12 settembre 2013. Filed under Cronaca,In primo piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>