Archivi

Treni Toscana: 276.000 euro di multe dalla Regione a Trenitalia

Firenze – Oltre 276.000 euro di multe sono state inflitte a Trenitalia dalla Regione Toscana, nel primo semestre del 2010, per i disagi e il malfunzionamento dei treni dei pendolari. Le multe sono il risultato dei controlli degli ispettori che la Regione, per legge, può inviare a verificare il funzionamento del servizio.

La notizia è stata data ieri dall’assessore ai trasporti Luca Ceccobao che ha voluto constatare di persona cosa vuol dire dover usufruire del treno per andare a lavoro. Ceccobao ha utilizzato il treno 3023 Viareggio-Firenze, salendo a Pistoia e arrivando a Santa Maria Novella con più di 40 minuti di ritardo.

“Per conto dei cittadini toscani spendiamo, come Regione, cifre molto elevate per il servizio ferroviario, e quindi legittimamente pretendiamo da Trenitalia un diverso livello di qualità e di efficienza – ha spiegato l’assessore Ceccobao – Occorrono anche investimenti infrastrutturali da una parte e nuovi treni dall’altra: si tratta di interventi che sono di competenza dello Stato e che lo Stato deve garantire”

Secondo i dati della Regione, ogni giorno sui binari della Toscana corrono in media 850 treni, che diventano 25 mila in un mese e 270 mila in un anno. A bordo circa 110 mila persone, di cui oltre 55 mila abbonati.
Dal 1° gennaio al 31 ottobre gli ispettori della Regione hanno effettuato 1100 controlli per verificare la pulizia delle carrozze, 1789 accertamenti per verificarne l’affollamento, 720 test del corretto uso del riscaldamento e della climatizzazione, 1352 verifiche dell’accessibilità delle toilette e 1358 controlli del funzionamento del meccanismo di apertura delle porte esterne. Verificato anche il funzionamento di 197 apparecchiature per la vendita dei biglietti e di 432 validatrici.

Nello stesso periodo sono stati 1325 i treni soppressi sulle linee regionali toscane, 0,6% della media di oltre 24.000 treni che ogni mese garantiscono il collegamento tra le principali città della regione.
Le linee maggiormente interessate dalle soppressioni sono state la linea Pisa – Firenze, che presenta anche la programmazione più forte (la media mensile è di circa 20 – 25 treni soppressi su oltre 5.700 programmati) e la linea Viareggio – Firenze (dai 20 ai 40 treni soppressi al mese su oltre 3.000 treni programmati).

La media dei treni regionali arrivati in orario o con ritardo inferiore ai 5 minuti nel primo semestre del 2010 era del 91 %, dato è andato migliorando nel secondo semestre ed a settembre si è attestata sul 92,3%. 
Secondo la Regione però esistono criticità su alcune linee specifiche.

Ti piace questo sito? Vorresti contenuti personalizzati anche per il tuo?
Allora vai su cosa facciamo o contattaci su O3 Web Agency
Posted by on 11 Novembre 2010. Filed under Cronaca,In primo piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.