Archivi

Terremoto del Reatino: aiuti e solidarietà dalla Toscana

terremoto del reatino

E’ stato avvertito anche in Toscana il terremoto di magnitudo 6 che questa notte alle 3.36 ha colpito la provincia di Rieti. L’epicentro è stato localizzato ad Accumuli, tra Norcia e Amatrice, nel Lazio, ed è stato seguito da numerose scosse di assestamento, tutt’ora in corso.

In mattinata la Direzione Regionale dei Vigili del Fuoco della Toscana ha attivato la Colonna Mobile Regionale, facendo partire 5 sezioni operative dalle province di Firenze, Prato, Pisa, Siena e Arezzo. Inviati anche i nuclei U.S.A.R. (Urban Search And Rescue) e G.O.S. (Gruppo Operativo Speciale) Cinofili e Documentazione, per un totale di 95 unità che è salito a 114 nel corso della giornata.

Nel pomeriggio è partita anche la colonna mobile della Regione Toscana, per allestire 65 tende, di cui una da 100 posti per la prima emergenza e 64 da otto posti ciascuna, per un totale di 512 posti letto. Disponibile inoltre un modulo ristoro e una cucina da campo, 5 bagni di cui uno per disabili, un modulo officina, uno segreteria e uno documentazione.

Alla colonna mobile della Regione si è unito anche personale medico da Anpas, Misericordie e Croce Rossa italiana, per creare un presidio sanitario avanzato come punto di primo soccorso.

“Siamo in accordo con la Protezione civile nazionale e con le interforze delle Regioni – ha spiegato Enrico Rossi, presidente della Regione Toscana – La priorità, oltre alla ricerca dei dispersi, è quella di soccorrere e assistere chi è rimasto senza casa”.

Durante la mattina era stato inviato da Grosseto all’aeroporto di Rieti il Pegaso 2, l’elisoccorso oltre a 8 unità cinofile, come richiesto dalla Protezione Civile.

L’assessore regionale alla sanità Stefania Saccardi ha lanciato un appello per la donazione di sangue: “Il Centro Nazionale Sangue ha chiesto una ricognizione per supportare la Regione Lazio ed è stato chiesto ai servizi trasfusionali di inserire in bacheca la massima disponibilità di qualsiasi gruppo sanguigno”.

Ricordiamo che è possibile donare sangue per chi, uomo o donna, abbiano età compresa tra i 18 e i 65 anni, siano in condizioni di buona salute e con un peso superiore ai 50 chilogrammi. Tutti i lavoratori dipendenti hanno diritto alla giornata di riposo retribuita.

La Toscana ha anche messo a disposizione 508 posti letto nel territorio della Asl Toscana Sud Est, la più vicina al terremoto del reatino.

Colonna mobile - toscana notizie

Nel pomeriggio Misericordie Italiane aveva inviato 200 operatori provenienti da Marche, Abruzzo, Lazio, sud della Toscana oltre a 15 ambulanze e 2 gruppi cinofili composti da 4 cani. Su richiesta della Protezione Civile Nazionale, dal Polo Logistico nazionale delle Misericordie di Prato sono partite le colonne mobili per la realizzazione di un campo che può accogliere 250 persone ad Amatrice, un altro campo da 150 persone è pronto per essere accolto in un altra delle località colpite.

Sempre da Firenze arriveranno in serata 4 camion di generi alimentari che saranno distribuiti direttamente alla popolazione, grazie alla collaborazione di Unicoop Firenze.

Il terremoto del Reatino è stato percepito in diverse zone della Toscana, compresa l’area metropolitana di Firenze. Sulla pagina FB della Sala di Protezione civile della Città Metropolitana sono state registrate circa 30 segnalazioni, in particolare da Firenze, Mugello, Campi Bisenzio, Rignano sull’Arno, Empolese e Scandicci.

In Toscana, secondo quanto riferito dalla Protezione Civile, non ci sono stati danni a persone e cose. Secondo il Settore Sismico della Regione Toscana il terremoto del reatino è stato molto simile a quello dell’Aquila e solo nella prima parte della giornata si sono alternate dalle 200 alle 300 scosse.

terremoto reatino numeri utili

Da questa mattina sono attivi i riferimenti di ANCI Nazionale per segnalare criticità, scrivendo a protezionecivile@anci.it o chiamando lo 06.68009329 – 3463138116; anche la Protezione civile ha attivato i numeri di emergenza, 800.840840 – 803555, e ha ricordato i comportamenti da tenere in caso di sisma:

Durante il terremoto
– Se ci si trova n un luogo chiuso, mettersi sotto una trave, nel vano di una porta o vicino a una parete portante.
– Stare attenti alle cose che cadendo potrebbero colpirvi (intonaco, controsoffitti, vetri, mobili, oggetti ecc.).
– Fare attenzione all’uso delle scale: spesso sono poco resistenti e possono danneggiarsi.
– Meglio evitare l’ascensore: si può bloccare.
• Fare attenzione alle altre possibili conseguenze del terremoto: crollo di ponti, frane, perdite di gas ecc.
– Se ci si trova all’aperto, allontanarsi da edifici, alberi, lampioni, linee elettriche.

Dopo un terremoto
– Assicurarsi dello stato di salute delle persone attorno a noi e, se necessario, prestare i primi soccorsi.
– Se ci si trova in una zona a rischio maremoto, allontanarsi dalla spiaggia e raggiungere un posto elevato.
– Raggiungere le aree di attesa previste dal Piano di protezione civile del proprio Comune.
– Limitare, per quanto possibile, l’uso del telefono e l’uso dell’auto per evitare di intralciare il passaggio dei mezzi di soccorso.
– Aprire le linee wifi per consentire a tutti l’utilizzo di internet.

Scarica la scheda informativa sul terremoto della Protezione Civile

Solidarietà è stata espressa alle popolazioni colpite dal terremoto del reatino da istituzioni toscane, sindacati e associazioni di categoria.

“Attiveremo nel minor tempo possibile una raccolta fondi e un piano di finanziamento a interessi zero per aiutare le PMI danneggiate, sul modello di quanto fatto in occasione del terremoto in Emilia Romagna e delle alluvioni in Toscana e a Genova – ha dichiarato il Presidente Nazionale di Confesercenti, Massimo Vivoli – La situazione è grave, in particolare ad Accumuli e Amatrice, devastata in uno dei momenti clou della stagione turistica. Occorre mettere in campo tutte le iniziative possibili, per contribuire al difficile percorso di ritorno alla normalità”.

Infine un pensiero a quanti si stanno adoperando per portare aiuto alle zone colpite dal terremoto del reatino: “Voglio ringraziare di cuore tutti i nostri volontari che sono partiti o stanno partendo per portare aiuti e soccorsi nelle zone del sisma” ha dichiarato il presidente della Toscana Enrico Rossi.

Ti piace questo sito? Vorresti contenuti personalizzati anche per il tuo?
Allora vai su cosa facciamo o contattaci su O3 Web Agency
Posted by on 24 Agosto 2016. Filed under Cronaca,In primo piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.