Informativa sull'uso dei cookie

Archivi

Terremoto del Reatino: le iniziative di solidarietà in Toscana

sismografoFirenze – Non ci sono parole per descrivere il dramma che stanno vivendo gli abitanti delle zone colpite dal devastante terremoto che ha raso al suolo gran parte dei piccoli borghi del centro Italia, tra Lazio, Marche e Umbria.

Si resta ammutoliti davanti a questo scenario, ma non inermi e la Toscana ne è la prova.

Dalla nostra regione sono partiti, subito dopo aver appreso la notizia, numerosi volontari, la faccia più vera di questo Paese, che non si risparmiano mai.

Perché i fatti, mai come in queste occasioni, valgono molto più di qualsiasi parola.

La macchina della solidarietà dunque si è messa in moto.

Un conto corrente con un milione di euro (888832 “Toscana per l’emergenza terremoto centro Italia”) è stato aperto dalla Regione Toscana, in collaborazione con l’Anci, attraverso il quale tutti possono donare, dalle istituzioni, alle associazioni ma anche i privati toscani, per i terremotati del centro Italia.

E’ inoltre in corso l’allestimento di due campi nel comune di Amatrice, in località Mosicchio e Cornillo, dove dare ospitalità fino a 250 sfollati.

Sono alcuni dei dati resi noti dal presidente della Regione, Enrico Rossi, che ha fatto il punto sulla mobilitazione toscana per gli aiuti alle popolazioni colpite dal terremoto.

Dalla Toscana sono mobilitati 209 volontari e 15 dirigenti della Regione Toscana, 77 mezzi tra ambulanze, carri e auto.

“Lo scenario di distruzione è spaventoso – ha dichiarato Rossi -. Ma i cittadini toscani come sempre hanno dimostrato una grande generosità: sono state 642 le donazioni appena è stato lanciato un appello a donare il sandue, ora praticamente raddoppiate. Siamo pronti anche con 27 esperti, geologi e ingeneri del genio civile che una volta superata l’emergenza dovranno andare a visitare gli edifici e dichiararli agibili o non agibili”.

Colonna mobile - toscana notizieE non si contano anche le iniziative di solidarietà organizzate in tutta la Toscana, dai Comuni, dalle associazioni, dalle parrocchie, dai commercianti e anche dai singoli cittadini, per aiutare le popolazioni colpite da questa tragedia.

In seguito al terremoto la Caritas diocesana di Firenze, in accordo con la Caritas Italiana, riceve al momento offerte in denaro da destinare alla persone coinvolte. Non sono previste raccolte di prodotti di qualsiasi natura. La Presidenza della Cei ha inoltre indetto una colletta nazionale, da tenersi in tutte le Chiese italiane domenica 18 settembre, in concomitanza con il 26° Congresso Eucaristico Nazionale. Questi gli estremi per le offerte: Caritas Diocesana, Arcidiocesi di Firenze – Iban: IT66 D010 3002 8290 0000 0173 594 Conto corrente postale n. 22547509 – intestato a Arcidiocesi Firenze Caritas Firenze.

E anche il Carnevale di Viareggio si stringe attorno alle popolazioni del centro Italia colpite dal terribile terremoto. Una vicinanza concreta, quella voluta dal Consiglio di Amministrazione della Fondazione Carnevale, con un sostegno economico alla macchina dei soccorsi e della ricostruzione, attraverso la vendita dei mascheroni della passata edizione del Carnevale. Alla Protezione Civile verrà devoluto il ricavato, spettante alla Fondazione, sia dell’asta del leone protagonista del carro secondo classificato, organizzata dai costruttori Umberto e Stefano Cinquini per domenica prossima alla Cittadella, sia dell’asta online dei pezzi principali delle opere allegoriche del 2016, dal 9 al 23 settembre sulla piattaforma Charity Stars.

Durante quei quindici giorni sarà possibile fare offerte per acquistare parti significative di costruzioni di prima e seconda categoria.

terremoto reatino numeri utiliTra le tante iniziative dei commercianti segnaliamo quella della Trattoria Il Latini di Firenze che da oggi e per 15 giorni avrà in carta la “Pasta all’Amatricana” uno dei simboli dei territori colpiti dal sisma. Il costo per ogni piatto è di 5 euro e sarà interamente devoluto a favore delle popolazioni colpite dal sisma.

E anche il ristorante Lo Spaccio della Fattoria di Maiano a Firenze aderisce alla campagna di raccolta fondi lanciata sui social network dal food blogger Paolo Campana: per ogni piatto di Amatriciana ordinato, 2 euro saranno destinati alla città di Amatrice e alle popolazioni colpite dal sisma sostenendo l’attività della Croce Rossa Italiana.

Numerosissimi anche i punti di raccolta organizzati in quasi i tutti i Comuni toscani.

Un invito però va fatto perché gli aiuti, mai come in questi casi sono importanti, ma devono essere anche organizzati: prima di portare qualsiasi cosa è bene quindi informarsi dalle varie associazioni di volontariato (Misericordie, Pubbliche Assistenze, Protezione Civile e Croce Rossa) per sapere di cosa c’è davvero bisogno in modo da non accumulare materiale inutile.

Noi di ObiettivoTre ci uniamo al dolore di tutti coloro che sono stati colpiti da questo terribile evento.

Ti piace questo sito? Vorresti contenuti personalizzati anche per il tuo?
Allora vai su cosa facciamo o contattaci su O3 Web Agency
Posted by on 26 Agosto 2016. Filed under Cronaca,In primo piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.