Archivi

Spesa sociale: forti differenze nei comuni toscani. Dai 248 di Firenze ai 60 dell’Amiata

Firenze – In Toscana la spesa sociale è di 133 euro pro capite, superiore alla media nazionale che è di 108 euro  piazzandosi così tra al settimo posto le regioni italiane.

Una cifra che varia però da comune a comune: un fiorentino, infatti, può contare su una spesa a livelli altoatesini (248 euro pro capite contro 250), mentre un abitante dell’Amiata grossetana o delle Colline Metallifere su meno di un quarto di questa cifra (60 euro), poco più di un pugliese (56 euro) o di un campano (53).

A mettere il dito nella piaga il convegno sulla spesa sociale dei comuni organizzato oggi a Firenze dalla Fnp, la Federazione pensionati della Cisl toscana, ed a cui hanno preso parte anche l’assessore regionale al welfare Salvatore Allocca, l’assessore alle politiche sociali del comune di Firenze Stefania Saccardi.

Mauro Scotti, segretario generale della Fnp-Cisl toscana ha precisato che, “Tra la zona sociosanitaria di Firenze e quella delle Colline Metallifere c’è una differenza di 188 euro, più che tra l’Emilia Romagna (137 euro pro capite, la prima regione a statuto ordinario) e la Calabria (26 euro pro capite, il livello più basso d’Italia)”.

Dai dati Istat al 2007  emerge che da un lato la zona di Firenze (248 euro per abitante), l’Empolese (172 euro), l’Alta Val d’Elsa (157 euro), la Valdera (154 euro), la zona Pratese (153), hanno valori superiori alla media regionale; dall’altro le aree più periferiche della regione, come la Valle del Serchio (77 euro per abitante), le Colline dell’Albegna (66 euro), l’Amiata Grossetana (61) e le Colline Metallifere (60), si collocano al di sotto della media nazionale.

Per rendere più efficiente ed equa la distribuzione della spesa la Cisl chiede un fondo perequativo regionale per far sì che non ci siano toscani di serie A e di serie B a seconda del comune di residenza e fare sistema tra comuni nell’erogazione dei servizi per aumentare l’efficienza della spesa sociale.

Ti piace questo sito? Vorresti contenuti personalizzati anche per il tuo?
Allora vai su cosa facciamo o contattaci su O3 Web Agency
Posted by on 10 Marzo 2011. Filed under Cronaca. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.