Archivi

Rossi ad Aulla: non si costruirà più in zone a rischio idrogeologico

Massa Carrara –  Non si costruirà  più ad Aulla e in Lunigiana nelle zone a rischio. E’ il punto cruciale dell’ordinanza firmata ieri pomeriggio dal presidente della Regione, Enrico Rossi ad Aulla, per dare il via all’ufficio del Commissario in seguito ai fatti del 25 ottobre scorso.

Il divieto riguarda tutte le zone definite dal piano di bacino come “a pericolosità elevata e molto elevata”. Secondo quanto stabilisce l’ordinanza, si potranno effettuare solo interventi di ripristino e messa in sicurezza. Entro quaranta giorni i Comuni dovranno inviare agli uffici del Commissario le perimetrazioni delle aree colpite; e al massimo tra un anno tutti i Comuni dovranno aver adeguato i propri strumenti urbanistici.

I Comuni dovranno anche inviare l’elenco dei corsi d’acqua  – fossi, canali, torrenti –  tombali e l’elenco degli edifici seminterrati e interrati nelle aree interessate per valutare le misure da prendere.

“Una volta ripuliti tutti i corsi d’acqua e rimesso in sicurezza ogni aspetto dell’assetto idrico – ha detto il Commissario Rossi – è mia intenzione arrivare ad un accordo di programma che definisca con tutti gli enti territoriali competenze e responsabilità di ognuno per la manutenzione e il mantenimento della pulizia dei fiumi, torrenti e fossi della zona. Valuteremo anche un utilizzo delle materie prime ottenute attraverso gli interventi di manutenzione, in particolare il legno. Penso in particolare a progetti già allo studio per l’utilizzo delle biomasse”.

Da ieri mattina presso il Comune di Aulla è attivo l’ufficio del commissario per l’emergenza alluvione. La struttura, che presiederà agli interventi di ripristino dopo il disastro provocato un mese fa dal Magra, è composta da tutti i settori interessati e con precise responsabilità: somme urgenze, strade, urbanistica, paesaggio, risarcimenti, interventi idraulico-forestali.

Ieri Rossi si è recato in visita anche al nuovo ponte Bailey che ha tolto dall’isolamento Parana, frazione di Mulazzo; stamani l’inaugurazione ufficiale del ponte.

Intanto è pienamente operativo lo sportello di Fidi Toscana e una sessantina di operatori economici della zona si sono già presentati a chiedere informazioni e indicazioni.

L’ufficio, al primo piano del Comune di Aulla, è aperto dal lunedì al venerdì dalle 10 di mattina alle 16, con mezz’ora di pausa tra le 13 e 30 e le 14. Sono per ora una quindicina le pratiche di finanziamento già avviate per un totale di oltre 1 milione e 700mila euro di prestiti richiesti.

Ti piace questo sito? Vorresti contenuti personalizzati anche per il tuo?
Allora vai su cosa facciamo o contattaci su O3 Web Agency
Posted by on 22 Novembre 2011. Filed under Cronaca,In primo piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.