Archivi

Riforma Gelmini: il consigliere regionale Enzo Brogi (Pd) in sacco a pelo con gli studenti

Arezzo – “Non solo sui tetti, ma nel sacco a pelo…bella opportunità mi ha regalato la Gelmini! Stanotte l’ho passata con il Preside e gli studenti nel liceo artistico di Arezzo in autogestione. Abbiamo discusso di scuola, tagli, riforma Gelmini e di università italiane che diminuiscono il loro prestigio”.

Così il consigliere regionale Enzo Brogi (Pd) racconta la nottata “da studente” passata al Liceo Artistico Piero della Francesca di Arezzo, che è in autogestione organizzata con il preside dell’istituto Enrico Tagliaferri.

Il consigliere del Pd ha raccolto l’invito degli studenti e ha partecipato a due assemblee, una serale ed una mattutina, restando a dormire in sacco a pelo al Liceo aretino, rigorosamente fuori dall’istituto, in tenda, visto che si tratta di autogestione e non di occupazione.

“E’ stata un’esperienza importante – racconta Brogi – credo che dovremmo ascoltare di più le richieste di questi ragazzi, in molti sottolineavano come nessuna università italiana sia tra le prime 200 al mondo e come ormai sia dato per scontato che tanti studenti, spesso i più bravi, lascino l’Italia per cercare scuole più qualificate all’estero. Si rendono conto di come i tagli del Governo andranno a penalizzare proprio quelle Regioni che negli anni hanno fatto di più, come la Toscana. Ho condiviso con loro le sofferenze per i tagli che subiranno i servizi di cui oggi godono i cittadini toscani”.

“Mi ha colpito – aggiunge Brogi – che gli oltre mille studenti abbiano scelto lo slogan “Vogliamo studiare” da appendere fuori dall’istituto. Credo che sia chiaro il messaggio, con questi tagli si ha paura del futuro, si è preoccupati per la scuola e per le proprie possibilità di formazione. Si taglieranno anche le risorse ai laboratori per l’arte degli orafi, si taglierà la speranza di possibili e reali inserimenti nel mondo del lavoro”.

Ti piace questo sito? Vorresti contenuti personalizzati anche per il tuo?
Allora vai su cosa facciamo o contattaci su O3 Web Agency
Posted by on 26 Novembre 2010. Filed under Cronaca. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.