Archivi

Rifiuti elettrici ed elettronici: la Toscana raccoglie e ricicla

Firenze – La Toscana è prima nel centro Italia nella raccolta di rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche triplicando il quantitativo dello scorso anno.

E’ quanto emerge dall’ultimo dossier 2009 realizzato dal Centro di coordinamento RAEE – raccolta di rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche – e dalla Regione Toscana e presentato dall’assessore regionale all’ambiente Anna Rita Bramerini, con il direttore del Centro di coordinamento Raee, Fabrizio Longoni.

Nel complesso sono stati 13.389.790 i chili di RAEE raccolti nel 2009 nella nostra regione. La media pro-capite, 3,61 chili per abitante, è più alta di quella nazionale che si attesta sui 3,21 chili.

I RAEE dei toscani sono costituiti da apparecchiature refrigeranti, lavatrici, lavastoviglie, in quantità più ridotta i televisori, a causa del fatto che in Toscana non è ancora avvenuto il definitivo passaggio al digitale terrestre così come l’elettronica di consumo, i piccoli elettrodomestici e le sorgenti luminose.

Dati confortanti ha detto l’assessore anche se sono ancora molti i rifiuti imgombranti abbandonati, quando va bene vicino ai cassonetti, o ancora peggio nei canali, nei boschi, nei letti dei fiumi.

Le prospettive per il futuro sono positive con l’entrata in vigore della normativa relativa al ritiro “uno contro uno” che darà la possibilità ai consumatori di consegnare l’apparecchio elettronico usato direttamente al commerciante al momento dell’acquisto di uno nuovo”.

Ti piace questo sito? Vorresti contenuti personalizzati anche per il tuo?
Allora vai su cosa facciamo o contattaci su O3 Web Agency
Posted by on 21 Luglio 2010. Filed under Cronaca,In primo piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.