Archivi

Profughi da Lampedusa. Il campo a Coltano non si fa

Pisa – Non si farà il campo profughi a Coltano. Ad annunciarlo con soddisfazione il presidente della Regione, Enrico Rossi lasciando Palazzo Chigi alla conclusione della Cabina di regia sull’emergenza immigrazione.

In Toscana arriveranno 500 profughi e saranno smistati in 10 diverse località. Il presidente non ha voluto per ora indicare quali le località scelte. Tutto comunque sarà confermato e ufficializzato martedì prossimo.

“Io – ha detto Rossi – chiedo che non si facciano campi di concentramento che creano tensioni e incertezze. Noi in Toscana siamo contenti di essere riusciti a smantellare l’ipotesi del campo di Coltano”.

Già questa mattina l’assessore al Welfare, Salvatore Allocca aveva annunciato, a margine di un convegno a Firenze, “l’individuazione di otto strutture in Toscana disponibili ad accogliere il numero (di profughi) che ci è stato richiesto per lo svuotamento di Lampedusa”.

L’ex centro radar di Coltano, secondo le prime indiscrezioni, sarebbe stato giudicato una struttura fatiscente, situato in una zona paludosa e quindi inadatto ad ospitare i profughi.

La notizia è stata accolta con sollievo dai cittadini di Coltano che da tre giorni presidiano l’ex centro radar per impedire che  diventi l’unico luogo in Toscana dove concentrare una quota dei migranti arrivati a Lampedusa dal Nord Africa.

Ti piace questo sito? Vorresti contenuti personalizzati anche per il tuo?
Allora vai su cosa facciamo o contattaci su O3 Web Agency
Posted by on 1 Aprile 2011. Filed under Cronaca. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.