Archivi

Per il 150° Unità d’Italia a Firenze il 17 marzo la “Notte Tricolore”

(Articolo di Domenico Coviello)

Firenze – Dopo la Notte Bianca, la Notte tricoloreFirenze, capitale d’Italia dal 1865 al 1871, celebra i 150 anni dell’Unità nazionale insieme al resto del Paese in notturna, a cavallo fra il 16 e il 17 marzo.

Con un invito da parte delle autorità a tutti i cittadini: “Mettete un tricolore ad ogni finestra”.

La festa nazionale del 17 marzo ricorre nell’anniversario della nascita dello stato italiano, quando, il 17 marzo 1861, il Parlamento proclamò Vittorio Emanuele II re d’Italia. Così giovedì della prossima settimana, alle 10, ci sarà l’alzabandiera solenne sull’Arengario di Palazzo Vecchio.

E la notte precedente sarà tutta dedicata ai festeggiamenti. In primo luogo con l’illuminazione, rigorosamente tricolore (quindi bianco, rosso e verde) di Palazzo Medici Riccardi, Palazzo Vecchio, Palazzo Panciatichi (sede del Consiglio Regionale), Ponte Vecchio, Duomo, Santa Croce, Loggia dei Lanzi e Arco di piazza della Repubblica. Illuminato di bianco Palazzo Pitti.

Musei. Fino alle 1 di notte apertura straordinaria dei principali musei comunali e statali: Uffizi, Accademia e Palazzo Pitti (dove negli Appartamenti Reali sarà possibile visitare sale aperte esclusivamente per questa occasione).

Concerti e danza. In piazza del Duomo, dalle 19 di mercoledì, allestimento di 12 stand di artigianato fiorentino. Letture pubbliche della Divina Commedia in piazza Santa Croce (sempre dalle 19). Alle 20.30, sull’Arengario di Palazzo Vecchio, concerto della Banda Rossini e apertura della chiesa di Santa Croce, con un concerto per organo, a cura del Conservatorio Cherubini alle 21.

Alle 21.30 Coro degli Alpini in Palazzo Panciatichi ed esibizione di MaggioDanza in piazza della Signoria alle 22.30.

Fuochi e spaghettata. Infine, alla mezzanotte sarà esposta la bandiera italiana sul tetto del Nuovo Teatro del Maggio, con tanto di fuochi d’artificio. Si conclude in bellezza e…gastronomia, con un corteo storico e una spaghettata alla sede del Dopolavoro Ferroviario.

Ti piace questo sito? Vorresti contenuti personalizzati anche per il tuo?
Allora vai su cosa facciamo o contattaci su O3 Web Agency
Posted by on 7 Marzo 2011. Filed under Cronaca,In primo piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.