Archivi

Operazione “San Lorenzo”: denunciate 10 persone

Firenze – 10 persone denunciate e 13.176 prodotti contraffatti sequestrati.

E’ il bilancio del primo ciclo di controlli effettuato dalla Guardia di Finanza di Firenze tra i banchi del mercato di San Lorenzo nel centro storico di Firenze.

Le indagini hanno portato alla denuncia di 10 persone, 3 di nazionalità bengalese, 2 cinesi, 2 brasiliani, 2 italiani ed 1 rumeno, per reati di commercio di prodotti con segni falsi, ricettazione e violazioni alla normativa sulla sicurezza dei prodotti, frode nell’esercizio del commercio.

I sequestri hanno riguardato 6.592 occhiali con marchio falso “Christian Dior”, “Gucci”, “Fendi”, “Armani”, “Louis Vuitton”, “Alviero Martini”, “D&G” o non conformi ai requisiti essenziali di sicurezza; 767 sciarpe con marchio falso “Burberry”, “Gucci”, “Louis Vuitton”, o con etichette indicanti la composizione del prodotto non veritiere; 3.572 capi di abbigliamento riproducenti personaggi della letteratura per bambini e dei cartoni animati contraffatti; 1.642 etichette indicanti la composizione del prodotto non veritiere; 422 accessori abbigliamento recanti i marchi di diverse squadre di calcio nazionali ed internazionali, di case motociclistiche e di noti marchi nazionali; 156 borse a marchio falso “Burberry”, “Louis Vuitton”, “Alviero Martini”, “Gucci”, “Fendi”; 25 orologi “Disney”.

Dal controllo di un banco gestito da un italiano, i finanzieri sono risaliti ad una stamperia di maglie con loghi contraffatti.

L’uomo, un 37enne di Certaldo, aveva creato nel garage adiacente l’abitazione un vero e proprio laboratorio. Qui i finanzieri hanno trovato 2 macchinari per la stampa delle maglie e 247 stampe.

Il garage ed i macchinari, unitamente a tutta la merce contraffatta sono stati sottoposti a sequestro.

Guarda la videonews sull’operazione:

Ti piace questo sito? Vorresti contenuti personalizzati anche per il tuo?
Allora vai su cosa facciamo o contattaci su O3 Web Agency
Posted by on 7 Ottobre 2010. Filed under Cronaca,In primo piano,Video. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.