Archivi

Neve in Toscana: il Difensore civico regionale già in campo per assistere i cittadini

Firenze – Un approfondimento di tutte le segnalazioni di disservizio dei cittadini per una valutazione su un eventuale intervento d’ufficio nei confronti di Trenitalia, Anas, Autostrade e dei singoli enti locali e società partecipate come le aziende di trasporto pubblico locale.

Questo il primo importante passo che il Difensore civico regionale Lucia Franchini ha messo in campo a seguito dei pesanti disagi causati dalla neve che venerdì 17 dicembre ha di fatto paralizzato l’intero sistema dei trasporti in regione.

Nel mirino anche le aziende “responsabili della gestione dei servizi idrici, anche in raccordo con la rete dei Difensori civici locali, che prego voler trasmettere per conoscenza anche al mio ufficio le casistiche relative a questo problema, che tratteranno con le municipalizzate e con i Comuni, ferme le eventuali responsabilità che il governatore Enrico Rossi ha già sottoposto all’attenzione della Magistratura”.

Per aumentare la capacità di rappresentanza e di tutela, Franchini intende promuovere anche azioni che vedano coinvolte sia le associazioni di tutela che i sindacati di categoria per “valutare insieme come assistere gli utenti nella class action”.

Quindi un apprezzamento per la decisione espressa dalla società Autostrade di rimborsare il pedaggio e di accettare le procedure arbitrali di conciliazione. “I funzionari del Difensore civico – conclude la nota – sono a disposizione dei cittadini che sono rimasti bloccati e che desiderano adire le procedure di conciliazione”.

L’ufficio del Difensore civico si trova al secondo piano di via de’ Pucci, 4, a Firenze ed è contattabile al numero verde 800 018 488, al numero di rete fissa 055.2387800.

Intanto da Roma il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Altero Matteoli, dopo il vertice a cui hanno partecipato Protezione civile, Polizia stradale, Anas, Ferrovie e Autostrade, ha deciso che tra i provvedimenti da adottare in futuro per evitare situazioni come quella di venerdì e sabato scorsi ci saranno più informazione ai cittadini sull’arrivo del maltempo, maggior coordinamento tra i gestori di strade, autostrade, ferrovie, Protezione civile e Polizia stradale, oltre alla rimodulazione dei piani di intervento per fronteggiare le emergenze climatiche.

Ti piace questo sito? Vorresti contenuti personalizzati anche per il tuo?
Allora vai su cosa facciamo o contattaci su O3 Web Agency
Posted by on 21 Dicembre 2010. Filed under Cronaca. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.