Archivi

Negozi aperti il 1° Maggio a Firenze: continua la querelle Renzi-Camusso

Firenze – Lavorare sì o no? La domanda a Firenze ormai imperversa in tutti i negozi del centro storico dopo la decisione del sindaco Matteo Renzi di lasciare libera scelta ai commercianti di tenere aperto o meno nel giorno della Festa del Lavoro, il 1° Maggio.

Secondo i primi dati di Confesercenti e di Confcommercio sembra che la maggioranza dei piccoli esercenti abbia deciso di tenere alzate le saracinesche, visti anche i tempi di crisi, ed anche la media distribuzione si sta organizzando con personale volontario per aprire domenica prossima.

Dal canto loro i sindacati confederali Cgil, Cisl e Uil hanno confermato lo sciopero per il 1° Maggio e sfileranno in corteo da piazza Santa Croce fino a piazza della Repubblica, dove è previsto un comizio con i rappresentanti delle tre sigle.

In prima linea contro la deroga del sindaco di Firenze, il segretario nazionale della Cgil, Susanna Camusso, che ieri è tornata a parlare della vicenda: “E’ la Festa del Lavoro – ha dichiarato – e come sempre ci siamo fatti carico di quelle che erano le necessità di pubblica utilità e di servizio. Il resto, per un giorno, lo si può lasciare da parte”.

Immediata la replica del sindaco Renzi ai microfoni dell’emittente Lady Radio. “La deroga all’apertura – ha spiegato – non nasce dal desiderio di far guadagnare tre lire in più ai commercianti, ma per non far trovare la città chiusa a chi arriva a visitarla”.

Ti piace questo sito? Vorresti contenuti personalizzati anche per il tuo?
Allora vai su cosa facciamo o contattaci su O3 Web Agency
Posted by on 27 Aprile 2011. Filed under Cronaca. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.