Archivi

Maltempo Toscana: in ginocchio mezza regione

Marina in piena

Marina in piena

Firenze – Mezza regione in ginocchio nell’arco di 24 ore.

Questo il risultato delle bombe d’acqua che dalla notte di domenica si sono abbattute sulla Toscana fino a ieri sera e l’allerta meteo non è ancora finita.

Nelle ultime ore la pioggia ha dato una piccola tregua ed è stato possibile intervenire per le situazioni più urgenti: ripristino delle linee elettriche dopo i black out e della circolazione ferroviaria, anche se alcune tratte restano ancora sospese.

Al lavoro la Protezione civile, i vigili del fuoco e i volontari di numerose associazioni che hanno liberato le strade e aiutato le famiglie evacuate dopo le frane e gli allagamenti avvenuti nella gran parte della Toscana.

esondazione

esondazione

Tra le zone più colpite quella di Siena dove il maltempo ha fatto anche una vittima: si tratta di un uomo recuperato privo di vita a bordo del suo furgone nel sottopasso ferroviario all’altezza di Serre di Rapolano. La vittima, un pasticcere, stava consegnando la merce ai clienti quando è stato travolto dall’acqua nel sottopassaggio e non è riuscito a fuggire.

Numerosi i fiumi esondati in diverse province: l’Arno ed altri corsi d’acqua sono tenuti sotto costante osservazione.

Nell’arco di 24 ore sono stati 16mila i fulmini caduti in tutta la regione e uno di questi ha anche colpito un’abitazione in località Anselmo, a Montespertoli, nel Fiorentino, provocando un principio di incendio. Gli abitanti sono stati subito portati in ospedale per accertamenti: sono rimasti intossicati, ma fortunatamente era grave.

maltempo Firenze

maltempo Firenze

A Firenze allagato a causa delle piogge il piano seminterrato della palazzina amministrativa dell’ospedale Santa Maria Annunziata a Ponte a Niccheri. Interrotta per buona parte della giornata l’attività del reparto di farmaceutica integrativa territoriale e del centro sangue, situato al piano terreno.

Molte scuole inoltre anche oggi resteranno chiuse nelle province colpite: Pistoia, Siena, Firenze, Pisa, Arezzo e Lucca.

Le previsioni anche per domani e giovedì non promettono niente di buono: il Lamma infatti parla dell’arrivo di una nuova forte perturbazione che interesserà l’alta Toscana.

Intanto il presidente della Regione, Enrico Rossi, ha annunciato che oggi sarà dichiarato lo stato di emergenza regionale.

Ti piace questo sito? Vorresti contenuti personalizzati anche per il tuo?
Allora vai su cosa facciamo o contattaci su O3 Web Agency
Posted by on 22 Ottobre 2013. Filed under Cronaca,In primo piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.