Archivi

Maltempo in Toscana: bomba d’acqua a Firenze e tromba marina in Versilia

Grandine in piazza Duomo a Firenze_foto Provincia di Firenze

Firenze – Violenta ondata di maltempo in Toscana: i disagi sono iniziati nella tarda mattinata di oggi quando un violento nubifragio si è abbattuto sulla costa, in particolare in Versilia.

A Tofano una tromba marina si è abbattuta sulla spiaggia facendo volare ombrelloni e sdraio. Nel comune di Massarosa, si registrano una decina di abitazioni allagate, mentre a Viareggio ci sono stati alberi caduti. Allagamenti anche nel comune di Capannori.

Il maltempo si è poi spostato verso l’interno colpendo in particolare la zona di Firenze: una violenta bomba d’acqua, accompagnata da una fitta grandinata che ha imbiancato le strade, ha colpito il capoluogo toscano, creando danni e disagi.

Grandine al Piazzale Michelangelo

Evacuati il liceo Dante e la scuola Capponi, chiusi tutti i musei di Palazzo Pitti, della Galleria degli Uffizi, del Museo di San Marco e del Museo di Palazzo Davanzati: la Soptintendenza ha annunciato che i musei di Firenze riapriranno domani, con l’eccezione del Giardino di Boboli e del Museo di san Marco, dove sono necessari ulteriori controlli.

Danni anche in Palazzo Vecchio e nella Basilica di San Lorenzo dove si sono infrante le vetrate della finestra della sagrestia vecchia (progettata da Brunelleschi). Infiltrazioni d’acqua nel museo di Santa Croce.

Grandine al mercato di San Lorenzo

vetrata san lorenzo_foto provincia di firenze

Pioggia e grandine non hanno risparmiato la periferia di Firenze: a Firenze sud numerosi i rami caduti nella zona di Piazza Francia e nei giardini condominiali di via Gran Bretagna; anche la palestra Virgin a Rovezzano ha dovuto chiudere per permettere un controllo delle strutture.

A Cerreto Guidi, nel comune di Lazzeretto, cinque persone, sono rimaste ferite per un crollo all’interno di una scuola elementare.

Problemi per il traffico, a causa di allagamenti di strade e rami e alberi caduti: a Firenze il sindaco di Firenze, Dario Nardella, ha chiesto ai cittadini di non usare l’auto se non in caso di assoluta necessità; disagi anche sulle strade di grande circolazione Firenze-Pisa-Livorno e sull’Autopalio.

Viali allagati a Firenze

Problemi anche alle linee elettriche: l’Enel ha comunicato che i cavi elettrici sono stati tranciati causando disservizi a macchia di leopardo. In tutta la provincia di Firenze. Tra i centri più colpiti vi sono Fucecchio, Scandicci, Campi Bisenzio, Bagno a Ripoli, Carmignano, Capannori e Altopascio. Per la segnalazione di eventuali disservizi è possibile contattare il numero verde 803500.

Disagi anche a Pisa, Pistoia e Prato.

Controllo alberi sui viali di Firenze

E si cominciano già a contare i danni. Secondo Confagricoltura Toscana la bomba d’acqua di oggi ha avuto effetti soprattutto sui vigneti della zona dell’Empolese valdelsa, Vinci, Cerreto Guidi, Scandicci e Signa. “Solo per i vigneti ci sono danni che possiamo calcolare superiori ai 200 mila quintali per la produzione di uva, – spiega Francesco Miari Fulcis, Presidente di Confagricoltura Toscana – un danno economico che possiamo stimare intorno ai 20 milioni di euro”.

Ricordiamo che l’allerta meteo lanciata dalla Protezione Civile resta in vigore fino alle 13 di sabato 20 settembre.

Ti piace questo sito? Vorresti contenuti personalizzati anche per il tuo?
Allora vai su cosa facciamo o contattaci su O3 Web Agency
Posted by on 19 Settembre 2014. Filed under Cronaca,In primo piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.