Archivi

Inquinamento: ancora critica la situazione nelle città toscane

Firenze – Nel 2011 Firenze, Prato, Pisa e Pistoia hanno superato il bonus di 35 giorni previsti per legge sul fronte smog.

I dati sono stati diffusi a Firenze da Fausto Ferruzza, Presidente di Legambiente Toscana, nel corso della Giornata nazionale di Mal’aria la storica campagna di Legambiente sull’inquinamento atmosferico.

Secondo la classifica di Legambiente “PM10 ti tengo d’occhio” Firenze, a livello nazionale, si posiziona al 40° posto nella classifica (centralina di Ponte alle Mosse con 59 giorni di superamento).

Da sottolineare le 64 giornate di sforamento di PM10 a Montale (Pt), località toscana che registra la quantità di giorni più alta per il superamento del limite consentito dalla legge.

Ma il problema si dimostra grave anche nella piana lucchese dove la centralina di Capannori ha chiuso l’anno con 57 giorni di sforamento.

Ed il 2012 si apre come un altro anno decisamente critico. Dal sito Arpat emerge che nei primi giorni del 2012 e, precisamente aggiornati al 19 gennaio, siano già in maggioranza le giornate di superamento in quasi tutte le centraline delle città capoluogo toscane.

Le emissioni di ossidi di azoto derivanti dai processi di combustione e, specialmente nei centri urbani, dal traffico automobilistico e dal riscaldamento domestico, nel corso degli ultimi anni, non hanno subito la riduzione che ha invece caratterizzato altre emissioni inquinanti.

Gli ambientalisti hanno chiesto dunque misure concrete ed urgenti contro l’inquinamento da traffico e lo hanno fatto anche attraverso il flash mob “per il diritto ad un respiro più pulito” in Piazza San Marco: proprio la piazza, snodo centrale degli autobus fiorentini, secondo i dati di Legambiente Toscana è diventata invivibile a causa dell’eccessivo inquinamento.

Alle ore 11:00 un fischio ha innescato un attacco di tosse ed una quarantina di dimostranti hanno indossato la mascherina antismog e si sono sdraiati a terra, immobili per due minuti. Fra i manifestanti anche una decina di disabili della compagnia teatrale “Isole Comprese”. Al secondo fischio sono stati srotolati striscioni con la scritta: “Ci avete rotto i polmoni! Basta smog!”.

Ti piace questo sito? Vorresti contenuti personalizzati anche per il tuo?
Allora vai su cosa facciamo o contattaci su O3 Web Agency
Posted by on 20 Gennaio 2012. Filed under Cronaca,In primo piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.