Archivi

Incendi: in Maremma bruciati oltre 30 ettari di bosco

Grosseto – E’ la Maremma la zona più colpita dagli incendi boschivi in queste ultime ore.

L’incendio più ampio a Roccastrada dove sono bruciati circa 25 ettari di bosco tra le località di Valdidonna e Versegge. Sopra Porto Santo Stefano sull’Argentario, nel pomeriggio sono andati in fumo circa 7 ettari di macchia mediterranea ed è stata evacuata per precauzione, un casa vicina al fronte del fuoco.

Per tutta la giornata sono stati impegnati sul posto tutti i mezzi e gli uomini dell’organizzazione Antincendi Boschivi (AIB) messa in campo dalla Regione Toscana coordinati dalla sala operativa regionale con tre elicotteri, decine di mezzi e un centinaio tra volontari del coordinamento volontariato toscano e gli operai forestali dei comuni e della Provincia.

Impegnati anche gli uomini del Corpo Forestale dello Stato e dei Vigili del Fuoco quest’ultimi in particolare per il controllo delle abitazioni più vicine agli incendi.

Richiesti dalla sala operativa della Regione anche cinque mezzi nazionali al Dipartimento della Protezione Civile nazionale. Tra questi due Canadair, un elicottero Ch 47 e due Fire Boss, aerei idrovolanti più piccoli dei Canadair ma molto maneggevoli che per la prima volta sono stati impiegati anche in Toscana.

Dopo gli incendi sono iniziate le delicate fasi di bonifica che dureranno tutta la notte. Gli interventi sono stati difficili, in particolare a Roccastrada, a causa della natura impervia del terreno.

Altri focolai più piccoli sono stati segnalati in varie zone della regione ma solo in località Pianella nel Comune di Castelnuovo Berardenga vicino Siena, è stato necessario l’intervento di un elicottero regionale.

Ti piace questo sito? Vorresti contenuti personalizzati anche per il tuo?
Allora vai su cosa facciamo o contattaci su O3 Web Agency
Posted by on 26 Luglio 2010. Filed under Cronaca. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *