Archivi

Immigrati Toscana: 507 persone accolte in 22 strutture in otto province

Firenze – Sono 507 gli immigrati giunti in Toscana, secondo quanto stabilito dall’accordo Governo-Regione per cercare di tamponare il problema degli sbarchi a Lampedusa: lo rende noto la Regione Toscana che ha inviato i dati relativi alle strutture che al momento ospitano i tunisini giunti dalla Sicilia.

Si tratta di 22 strutture sparse in otto in tutto le province che li hanno accolti: Arezzo, Grosseto, Firenze, Livorno, Lucca, Pisa, Pistoia e Siena. varie le tipologie: da case vacanza, a edifici di proprietà della Regione, a strutture di Diocesi o Comuni.

A coordinare le operazioni sono la Prefettura di Firenze e la Protezione civile regionale: la prima si occupa della sicurezza mentre la seconda è interessata dall’accoglienza svolta insieme ad associazioni di volontariato e Asl.

Secondo i dati diffusi dalla Regione, ad Arezzo sono 82 in tutto gli immigrati ospitati tra Stia e Palazzolo; a Firenze sono 106 suddivisi tra la città e i dintorni, Scandicci, Galluzzo, Sesto Fiorentino, Empoli; a Grosseto sono 44; a Livorno sono 70 suddivisi tra la città, San Vincenzo, Piombino e Campiglia Marittima; a Lucca sono 10 ospitati a Capannori; a Pisa sono 110 divisi tra città, San Rossore e Santa Croce sull’Arno; a Pistoia sono 40; infine Siena ospita 45 immigrati a Sovicille

Il Presidente della Regione Enrico Rossi ha ribadito anche ieri al Governo che la Toscana ha fatto la propria parte, accogliendo oltre 300 immigrati lunedì e 200 oggi, ovvero il numero stabilito da regione e Governo ma non accoglierà un immigrato di più “fino a quando anche Piemonte, Lombardia e Veneto non faranno altrettanto”.

Rossi ha anche voluto ringraziare istituzioni, enti e forze dell’ordine che in Toscana hanno collaborato all’accoglienza: “Voglio ringraziarvi per la disponibilità ad affrontare insieme un problema delicato come quello dei migranti tunisini – ha scritto il presidente Rossi in due lettere indirizzate ai presidenti delle Province, ai sindaci dei Comuni e ai Prefetti – Grazie davvero per il vostro lavoro che ha contribuito in modo determinante alla riuscita dell’operazione”.

Rossi ha anche suggerito la possibilità di visitare qualcuno dei centri di accoglienza in Toscana insieme alle istituzioni locali. Infine un ringraziamento a tutte le forze dell’ordine che hanno permesso “senza particolari ostacoli e senza incidenti, un intervento delicato”.

Ti piace questo sito? Vorresti contenuti personalizzati anche per il tuo?
Allora vai su cosa facciamo o contattaci su O3 Web Agency
Posted by on 7 Aprile 2011. Filed under Cronaca,In primo piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.