Archivi

Immigrati da Lampedusa. Dopo il raid stop a Calambrone. Oggi previsti nuovi arrivi

Pisa – Presidio smobilitato e conta dei danni iniziata. A Calambrone i cittadini ieri pomeriggio hanno interrotto la protesta dopo che un raid vandalico ha reso inagibile l’ex ospedale ortopedico che doveva ospitare 50 immigrati: i lavori realizzati in questi giorni per rendere il luogo accessibile sono stati di fatto cancellati, e la struttura non è più in grado di accogliere i migranti.

Due strutture sempre nel pisano sostituiranno quella di Calambrone: la Piaggerta, nel parco regionale di San Rossore, e l’ex dipartimento di biochimica dell’università di Pisa a San Piero a Grado (Pisa).

Le due strutture sono già state valutate dalla protezione civile e i lavori di messa a punto dei centri di accoglienza è già iniziato.

Non si è pero rinunciato all’uso dell’ex ospedale per ospitare i migranti. La Regione, dopo le iniziative prese dalla Azienda Ospedaliera Universitaria di Pisa, ha effettuato sopralluoghi sul posto per appurare l’entità dei guasti e i tempi necessari alla loro riparazione.

Molto rammarico e delusione alla notizia del raid è stato espresso da parte del Presidente della Regione Toscana, Rossi al quale si è unito il sindaco di Pisa, Filippeschi. “Ha fatto bene l’Azienda ospedaliere universitaria pisana (che possiede la struttura n.d.r.) – ha detto Filippeschi – a sporgere denuncia. Credo che anche le autorità di pubblica sicurezza faranno lo stesso e che la magistratura perseguirà i reati”.

Il sindaco ha annunciato che Pisa si costituirà parte civile se vi sarà un processo contro i responsabili per chiedere il risarcimento dei danni fatti all’immagine della città.

Intanto stamani è previsto l’arrivo nel porto di Livorno della nave “Clodia” che dovrebbe portare in Toscana altri 200 migranti.

Il Comune di Firenze, proprio in vista di nuovi arrivi, ha dato la disponibilità ad accogliere altri immigrati. A dirlo è stata l’assessore alle politiche socio-sanitarie del Comune di Firenze, Stefania Saccardi.

A Firenze al momento si trovano 30 profughi tra l’Albergo Popolare, la Madonnina del Grappa e villa Pieragnoli, a Settignano. E proprio da Villa Pieragnoli  ieri di 5 profughi sono fuggiti.

Ti piace questo sito? Vorresti contenuti personalizzati anche per il tuo?
Allora vai su cosa facciamo o contattaci su O3 Web Agency
Posted by on 6 Aprile 2011. Filed under Cronaca. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.