Archivi

I sindacati chiedono l’intervento del Comune di Firenze sulle tariffe degli abbonamenti Ataf

Firenze – Abbonamenti Ataf aumentati ben al di sopra dell’inflazione. E’ quanto hanno denunciato oggi Cgil Cisl e Uil in una conferenza stampa durante la quale hanno chiesto al Comune di Firenze, in quanto principale azionista della società di trasporto fiorentina, di riprendere il confronto sul tema.

Massimiliano Bianchi per la Cgil, Giovanni Ronchi per la Cisl e Arturo Papini per la Uil hanno sottolineato i punti maggiormente critici del piano tariffario adottato quest’estate: l’abolizione dell’abbonamento lavoratori; l’abolizione dell’abbonamento studenti under 15; l’aumento da 100 a 150 euro all’anno dell’abbonamento “base”, ovvero per anziani con un reddito Isee entro i 9.500 euro (portati ora a 10 mila).

La convenzione stipulata con Nuovo Pignone, Telecom, Cassa di Risparmio di Firenze per abbonamenti agevolati ai lavoratori è un’idea che piace ai sindacati che però denunciano, allo stesso tempo, l’impossibilità per le aziende piccole e piccolissime di stipulare accordi simili con l’effetto così di discriminare i lavoratori.

ll 25 novembre prossimo Cgil, Cisl e Uil vedranno l’assessore alla mobilità del comune di Firenze, Massimo Mattei, per parlare del nuovo piano della sosta e in quell’occasione sarà affrontata anche la questione degli abbonamenti Ataf nella speranza – dicono i sindacati – di aprire un tavolo di confronto con l’azienda.

Ti piace questo sito? Vorresti contenuti personalizzati anche per il tuo?
Allora vai su cosa facciamo o contattaci su O3 Web Agency
Posted by on 8 Novembre 2010. Filed under Cronaca. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.