Archivi

Laboratorio per il confezionamento della coca, in cantina

Firenze – Nella sua cantina aveva allestito un vero e proprio laboratorio per il confezionamento della cocaina, mentre in un cassetto del soggiorno teneva banconote false, per oltre 7mila euro.

La scoperta è stata fatta dalla Guardia di Finanza di Firenze, all’interno dell’abitazione di un pregiudicato albanese di 43 anni, che vive a Novoli, alla periferia del capoluogo toscano. L’uomo è stato arrestato.

Nello scantinato le fiamme gialle hanno trovato, nascosti dietro alcuni pannelli di cartongesso, quasi due chili e mezzo di cocaina, 11 chili di sostanza da taglio, oltre a vari materiali per il confezionamento degli stupefacenti, tra cui presse, bottiglie di etere e bilance.

La droga era destinata al mercato fiorentino e, una volta tagliata, avrebbe portato al confezionamento di circa 30mila dosi per un valore di oltre 2,2 milioni di euro.

I finanzieri hanno anche rinvenuto oltre 200 banconote false da 20, 50 e 100 euro, per un valore complessivo di 7.350 euro e alcuni documenti contraffatti. Le banconote riportavano tutte lo stesso numero di serie.

L’albanese è stato fermato durante alcuni controlli nel centro di Firenze, perché sprovvisto di documenti. Visti i precedenti dell’uomo, la Guardia di Finanza ha poi deciso la perquisizione dell’appartamento a Novoli.

Il 43enne si trova adesso nel carcere fiorentino di Sollicciano.

Ti piace questo sito? Vorresti contenuti personalizzati anche per il tuo?
Allora vai su cosa facciamo o contattaci su O3 Web Agency
Posted by on 14 Luglio 2010. Filed under Cronaca,In primo piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.